Economia

Confartigianato: emergenza giovani, un piano per dare lavoro

Una sfida cruciale per il nostro territorio è quella di innestare un nuovo percorso di sviluppo legando ad esso il grave squilibrio generazionale sul lavoro

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Una sfida cruciale per il nostro territorio è quella di innestare un nuovo percorso di sviluppo legando ad esso il grave squilibrio generazionale sul lavoro. Da tempo si è perso il senso sociale dell'orientamento che deve formare competenze concretamente spendibili e ci siamo illusi di cavarcela sfruttando la crisi demografica e il flusso migratorio che ha compensato il progressivo dei lavori tecnici da parte delle nuove generazioni. Ma l'equilibrio si è rotto da tempo e ora dobbiamo cambiare modello e approccio se vogliamo evitare il peggio. La crescente complessità dei mercati e la crisi che le attività autonome stanno attraversando (anche a causa della mancanza di attenzioni da parte della politica) hanno eroso un capitale di cultura e tradizione che è stato motore del grande processo di crescita del passato ed i giovani sembrano lontanissimi dal poterlo riattivare.
Per tutte queste ragioni Confartigianato sta rendendo il suo impegno e la sua progettualità su questi temi sempre più articolati e incisivi, come dimostra anche il Confartigianato day sulle imprese digitali e le opportunità che offrono al territorio anche in termini di occupazione govanile. Abbiamo presentato nell'ambito del programma sulla garanzia giovani un portale finalizzato all'orientamento di ragazzi e famiglie dal titolo “Valorizzati” attorno a cui realizzeremo iniziative di coinvolgimento delle scuole e delle imprese. Intensificheremo l'attività del nostro “Campus d'impresa” per promuovere una moderna cultura del lavoro, dell'impresa e dell'innovazione in campo produttivo, gestionale e finanziario. Proseguiremo con l'esperienza positiva del progetto “Bottega-Scuola” allargando la platea dei ragazzi coinvolti e stringendo nuove collaborazioni con le scuole anche attraverso un più efficace utilizzo dello strumento dell'alternanza scuola-lavoro. Il nostro obiettivo è quello di promuovere un progetto di comunità attraverso il più ampio coinvolgimento degli attori pubblici e privati del territorio poiché se non allarghiamo il perimetro dei protagonisti le iniziative, anche le migliori, rischiano di rimanere un'esercizio di testimonianza con limitate possibilità di incidere realmente sulle dinamiche. Il messaggio che vogliamo lanciare, per il territorio e per i nostri giovani, è chiaro: l'artigianato è un grande patrimonio del Paese, non solo del passato ma sopratutto del futuro.  E' l'impresa artigiana con le sue peculiarità (flessibilità, innovazione creatrice, attenzione alla qualità, predisposizione di lavorare in reti formali ed informali) ad avere le maggiori possibilità di sviluppo e di lavoro per i giovani.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confartigianato: emergenza giovani, un piano per dare lavoro
CesenaToday è in caricamento