Confartigianato difende la legge di bilancio: "Riconosce il ruolo delle piccole imprese"

"Molti provvedimenti - sottolinea la Confartigianato cesenate - vanno nella direzione da noi richiesta e indicata"

Confartigianato cesenate approva la legge di bilancio varata dal governo sottolineando i punti in cui riconosce l'importanza delle piccole imprese. "Alla legge di bilancio - esordisce Stefano Bernacci - si attribuisce una funzione salvifica quasi che con una manovra, sicuramente importante ma naturalmente parziale rispetto alla complessiva azione di governo, si dovessero risolvere i tanti e complessi problemi del Paese. Valutiamola, invece, per quella che che è , tra i molti che criticano la legge ed i pochi che la difendono, noi stiamo con quest'ultimi".

"La difendiamo - chiosa - perché ci piaccia o no (ovvio che alcuni provvedimenti come il reddito di cittadinanza non sono nelle nostre corde di organizzazione che 'di cittadinanza' vuole il lavoro, non certo il sussidio) risponde alle promesse che i partiti di governo avevano fatto in campagna elettorale e rispetto alle quali avevano ottenuto il consenso degli italiani".

"Ma la difendiamo soprattutto - prosegue Bernacci - perché per la prima volta da tempo immemorabile essa riconosce il giusto ruolo al 98% delle imprese italiane costituite da realtà di piccola dimensione. La difendiamo perché i provvedimenti contenuti (flat tax, riduzione dei premi Inail, Imu sui capannoni, interventi sull'autotrasporto, revisione del codice degli appalti, solo per citarne alcuni) vanno nella direzione che da tempo Confartigianato indica e richiede. Una legge di bilancio che esce dai canoni abituali, i quali peraltro  non hanno prodotto grandi risultati in questi anni e percorre nuove strade coerenti con la struttura della nostra economia".

"Noi siamo quelli del Sì, secondo lo slogan della nostra iniziativa del 13 dicembre,  e continueremo a sollecitare il Governo a realizzare le infrastrutture, grandi e piccole, materiali ed immateriali, indispensabili allo sviluppo del paese - aggiunge -. Continueremo a chiedere una pubblica amministrazione più innovativa e semplice per evitare le troppe situazioni in cui i burosauri penalizzano in termini di tempi e costi coloro che ogni giorno debbono aumentare la velocità di reazione per rispondere alle sfide del mercato".

"Noi siamo quelli della passione, - conclude Bernacci - della creatività, dell'impegno e della responsabilità e vogliamo contribuire alla costruzione (anche attraverso la revisione del quadro normativo) di un ambiente più favorevole al fare impresa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento