menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Confartigianato: "Col Covid incrementate le tecnologie digitali delle imprese"

"Nella tortuosa ‘Fase 3’ si riscontra che il 56,7% delle imprese intervistate ha implementato l’utilizzo di una o più tecnologie digitali"

La crisi come opportunità per le imprese artigiane di rinnovarsi e premere sull'acceleratore della digitalizzazione. Nel corso dell’emergenza sanitaria le micro e piccole imprese anche del Cesenate hanno significativamente aumentato l’utilizzo del canale digitale per relazionarsi con clienti e fornitori.

“Secondo un monitoraggio di Confartigianato condotta a giugno su oltre tremila imprese fra cui un campione del nostro territorio cesenate i cui risultati sono contenuti nel 6° rapporto Covid-19 di Confartigianato ‘La tortuosa ‘Fase 3’’ –  spiega il Gruppo di Presidenza di Confartigianato cesenate formato da Stefano Ruffilli, Daniela Pedduzza e Marcello Grassi - si riscontra che il 56,7% delle imprese intervistate ha implementato l’utilizzo di una o più tecnologie digitali, tra le quali sito web, social network, piattaforme di videoconferenze, formazione on-line ed e-commerce. In particolare, il 71,5% di queste imprese ha incrementato l’utilizzo di uno o più strumenti digitali, il 36,2% ne ha ampliato le funzionalità e il 29,6% ha introdotto uno o più strumenti digitali, non presenti in azienda prima della crisi da coronavirus”.

“Un altro dato interessante che scaturisce dall'indagine riguarda il fatto – aggiunge il Gruppo di Presidenza – che nella crisi raddoppia il tasso di crescita delle medie e piccole imprese attive nell’e-commerce. Nel corso della crisi Covid-19 è salito al 19,8%, un ritmo doppio del tasso di trend del 10,9% medio annuo, con 122 mila micro e piccole imprese in più attivate dell’emergenza coronavirus nell’utilizzo del commercio elettronico. Va rimarcato che nel corso degli ultimi anni la diffusione delle tecnologie digitali ha incrementato le opportunità di scelta tra beni e servizi per il consumatore. La digitalizzazione dei processi produttivi ha modificato gli scambi tra imprese, il crescente accesso alla rete dei cittadini ha diffuso l’utilizzo dell’e-commerce. La crisi da covid, con le conseguenti limitazioni sul lato dell’offerta e la domanda, ha incrementato, con intensità straordinaria, gli acquisti on line. Nel trimestre marzo-maggio 2020 si osserva un boom del commercio elettronico, le cui vendite ai consumatori finali sono salite del 31,2% rispetto allo stesso periodo dell’anno".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una bontà tradizionale: la ricetta delle Pesche dolci all'alchermes

Arredare

Divano nuovo? Ecco i consigli per non sbagliare l'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento