Con Cna chiarezza sulla riforma del terzo settore

La riforma è in pieno corso ed in attesa di ulteriori delibere e decreti ma intanto ci si può preparare al futuro scenario

Il mondo non profit è cambiato negli ultimi 15 anni ed è destinato ad ulteriori mutamenti, legati alla recente Riforma del Terzo Settore, alle novità contenute nella Legge di Bilancio 2018 ma anche a nuove prospettive di mercato.

Basti pensare ai recenti campi di azione, come la produzione di valore sociale e le società che iniziano ad operare in settori del welfare aziendale, per capire come il vecchio modello basato quasi esclusivamente sulle attività religiose e filantropiche, si sia evoluto.

Per aiutare le associazioni – 2.700 solo nella nostra provincia – del nostro territorio a comprendere lo scenario del prossimo futuro ed orientarle nelle loro scelte, Cna Est Romagna ha organizzato, in collaborazione con Bsocial e con il patrocinio del Comune di Savignano sul Rubicone, un apposito incontro che si terrà lunedì, alle 15 nella Sala Galeffi in Piazza Borghesi 9, a Savignano sul Rubicone.

I lavori saranno aperti dai saluti di Marco Gasperini, presidente di Cna Est Romagna, cui seguiranno gli interventi di Nicola Dellapasqua, vicesindaco di Savignano sul Rubicone con delega a volontariato e associazionismo, di Luca Feliciotto, referente non profit di Cna Forlì-Cesena e di Andrea Romboli, amministratore unico di Bsocial.

Per Dellapasqua, “il terzo settore è un patrimonio prezioso per la nostra comunità, che dobbiamo sostenere e potenziare: per Savignano è storicamente una grande risorsa. CNA, che ringrazio, ha organizzato un momento di formazione molto utile per fare chiarezza sulle novità fiscali e cogliere appieno le opportunità offerte dalla nuova normativa. Insieme, vogliamo quindi affiancare le associazioni in questo loro percorso di crescita fornendo strumenti pratici e nuove idee”.

“Il terzo settore – afferma Marco Gasperini – è ormai diventato una componente importante del tessuto economico. Lo dimostrano i dati dell’Istat, che lo rappresentano come un comparto che risponde ai bisogni emergenti delle comunità e che anche nel periodo della lunga recessione, ha saputo creare posti di lavoro. Ormai la logica volontaristica di 30 anni fa, è stata completamente sostituita da quella imprenditoriale ed anche per questo CNA è pronta per rispondere alle necessità di queste organizzazioni”.

La partecipazione all’incontro è particolarmente consigliata alle associazioni culturali, sportive e di promozione sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento