menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Col welfare aziendale la Romagna è la terra del buon vivere ed anche del buon lavorare"

Sono già 50 le aziende del cesenate che hanno aderito alla piattaforma di Welfare aziendale  gestito da Mediatip, operativa solo da qualche mese

Sono già 50 le aziende del cesenate che hanno aderito alla piattaforma di Welfare aziendale  gestito da Mediatip, operativa solo da qualche mese. C'è Euroterme di Bagno di Romagna che, tramite il portale, premia le cameriere in sala e le signore che rifanno le camere se i commenti dei clienti sono positivi, c'è un'azienda che ha deciso di fare un regalo ai dipendenti che diventano papà, c'è Manuzzi viaggi, Olidata, Macroedizioni, il Grand Hotel di Forlì, McDonalds e il Club Family Hotels. Servizi al posto dei soldi. Soldi che sarebbero tassati dallo Stato sia alla fonte (azienda) che al destinatario (dipendente);  servizi che, invece, vengono erogati nella totalità (100 euro restano 100 euro) e possono essere spesi sul territorio (con ricaduta positiva anche per il commercio locale) in settori della vita quotidianità: rette per gli asili, libri di testo, abbonamenti ai trasporti pubblici, palestre, dentista, buoni spesa, buoni benzina, esami del sangue, accompagnamento per disabili, cene, parrucchiere, estetista.

A cogliere la potenzialità del servizio di Welfare aziendale che in Francia e in Germania già da 10 anni è attivo e funzionante, sono stati Luigi Angelini e Giuseppe Bubani, creatori di Tippest.it il portale cesenate di couponing. "Abbiamo letto i primi articoli sulla defiscalizzazione voluta dallo Stato per questo tipo di servizi nel maggio 2017 - spiega Luigi Angelini - e a giugno abbiamo deciso di lanciarci in questa sfida. A settembre ci siamo proposti agli amici ma le prime aziende sono entrate solo a dicembre. Ora a maggio abbiamo già oltre 50 adesioni di aziende con circa 3000 dipendenti totali. A richiedercelo sono aziende medio-piccole che vogliono stabilire un rapporto positivo col dipendente. Aziende per le quali noi proponiamo un Welfare sartoriale, cucito su misura: tutte aziende locali facilmente raggiungibili e al servizio dei dipendenti. Tra l'altro le aziende non spendono nulla per il servizio se non la cifra che vogliono dare al dipendente come premio per un obiettivo raggiunto, per il Natale al posto del panettone, per un incentivo...".

"Siamo una delle poche realtà italiane che, avendo già un portale di e-commerce come Tippest alle spalle, possono permettersi di non far pagare il servizio alle aziende ma solo una piccolissima percentuale ai fornitori - spiega Giuseppe Bubani - Alle aziende, infatti, consigliamo di investire quegli euro  che facciamo loro risparmiare in premi ai dipendenti. Siamo in Romagna, in una valle del benessere, del buon vivere e del bel lavorare".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento