Chiusure domenicali, l'amministratore delegato di Cia-Conad dice "no": "In questo modo il livello occupazionale calerà"

Il nostro gruppo cresce e non temiamo i discount", sono state le parole di Panzavolta

Ospite della conviviale del Rotary Cesena, presieduto da Ester Castagnoli, è stato l'amministratore delegato di Cia-Conad, Luca Panzavolta. "Il nostro gruppo cresce e non temiamo i discount", sono state le parole di Panzavolta. "Negli ultimi anni, mentre i nostri competitors hanno perso quote di mercato, noi siamo cresciuti - ha evidenziato -. La nostra forza risiede nella diffusione dei punti vendita, nella qualità dei prodotti, nella professionalità dei soci, nella competitività dei prezzi. "Persone oltre le cose" recita uno dei nostri spot televisivi ed infatti per noi le persone sono il nostro bene più prezioso".

"Per Conad è fondamentale che chi viene nei nostri punti vendita voglia ritornare creando un legame di fiducia. Investiamo tante risorse per offrire ai nostri clienti risposte adeguate alle loro esigenze di consumo come, ad esempio, l'ampliamento in atto del centro commerciale Montefiore di Cesena che oltre ad ampliare gli spazi li abbellisce e li rende ancora più funzionali - ha continuato l'amministratore delegato -. La grande distribuzione sta vivendo un momento di passaggio. Nuovi players si muovono nel nostro mercato di riferimento, agguerriti Discount ad insegna straniera che però non ci spaventano perché i nostri clienti cercano prodotti "al giusto prezzo" e di qualità e Conad, in questo, è da sempre maestra".

Sulla proposta del Governo di chiusura domenicale delle attività commerciali Panzavolta è contrario: "La domenica - ha spiegato - è una giornata dove le famiglie hanno più tempo da dedicare alla casa. Credo sia negativo togliere tout court la possibilità di fare la spesa anche in questo giorno che peraltro rappresenta uno dei giorni a più alto fatturato della settimana. Se si deciderà per la chiusura domenicale purtroppo è certo che il livello occupazionale calerà. Le 7 cooperative a marchio Conad oggi fatturano complessivamente circa 13 miliardi di euro e la sola Conad Romagna, Marche, Veneto e Friuli Venezia Giulia da lavoro a circa 6.800 persone". Alla serata erano presenti anche il sindaco di Cesena Paolo Lucchi e Gabriele Zelli del consiglio di Legacoop Romagna. Panzavolta e Lucchi hanno poi annunciato che Piazza della Libertà, tramite l'allestimento di una struttura coperta temporanea, per il prossimo Natale, sarà animata da eventi e dalla presenza dei nostri produttori locali grazie al coinvolgimento dei soci Conad. L'incontro si è tenuto venerdì scorso a "Quel Castello di Diegaro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento