menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle spaccate a Borgo Etico

Una delle spaccate a Borgo Etico

Chiude Borgo Etico, Confcommercio: "Più sicurezza anche con i vigilantes"

Borgo Etico annuncia di chiudere a fine d'anno, dopo l'ennesima spaccata dei ladri. "Viene un tuffo al cuore, a una associazione come Confcommercio che da 70 anni opera a Cesena e nel comprensorio per tutelare le imprese commerciali, turistiche e dei servizi", conferma il presidente Corrado Augusto Patrignani

Borgo Etico annuncia di chiudere a fine d'anno, dopo l'ennesima spaccata dei ladri. "Viene un tuffo al cuore, a una associazione come Confcommercio che da 70 anni opera a Cesena e nel comprensorio per tutelare le imprese commerciali, turistiche e dei servizi - conferma il presidente Corrado Augusto Patrignani -. Ma è meglio ragionare e non lasciarsi prendere dall'emotività, premesso che la nostra speranza è che l'impresa, a cui vanno tutta la nostra solidarietà e il nostro  incoraggiamento, receda dal suo proposito di uscire dal mercato e non molli".

"Ragionando diciamo, anzi ribadiamo, che la sicurezza è il problema numero uno di Cesena e del nostro territorio e occorre attrezzarsi in modo più efficace per difendersi dalla criminalità. Ciascuno deve fare la sua parte.  Le forze dell'ordine, a cui va il nostro plauso per l'impegno, l'abnegazione e l'efficacia, per quel che loro compete e attraverso una dotazione più congrua di organici; cittadini e imprenditori attraverso azioni private e utilizzo di dispositivi per la prevenzione dei crimini; ma anche la politica e gli amministratori devono dare risposte. Il piano delle 400 telecamere del Comune di Cesena per la vigilanza è un intervento importante, ma deve essere spiegato esattamente in quali modalità e tempi verrà attuato - rposegue Patrignani -. Sappiamo che si comincerà ad installarle nel 2016 a partendo dai quartieri Cesuola e Centro Urbano. Ma non si sa quando verranno coperti i quartieri più periferici. Qual è la road map, telecamere per telecamere e quartiere per quartiere?  Il progetto è notevole e costa 10 milioni, ma deve illustrato con tutte le modalità di attuazione perché i cesenati vogliono sapere come e quando saranno più protetti". 

"Il consiglio comunale di Confcommercio si è incontrato e ha discusso di questo problema e lo faranno anche i  nostri consigli di quartiere. Stiamo lavorando a un progetto per tutelare meglio le imprese, che quando sarà definito, verrà debitamente presentato. Fondamentale è studiare tutte le forme possibili per assicurare maggiore protezione, anche il ricorso più esteso ai vigilantes.  Ma se la risposta alla domanda di sicurezza non diventa realmente prioritaria nell'agenda politica di chi governa, attraverso fatti e interventi concreti e soprattutto tempestivi, il rischio è che la situazione si aggravi ulteriormente. Bisogna agire in tempi brevi, sulla sicurezza non si ragiona a medio e lungo termine. Per le imprese un ambiente più favorevole allo sviluppo significa meno tasse e burocrazia, più politiche per lo sviluppo, ma soprattutto più sicurezza", cocnlude il presidente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento