Venerdì, 17 Settembre 2021
Economia Cesenatico

Burocrazia e tasse, gli artigiani: "E' sempre più uno stillicidio"

"La nuova legge di bilancio - affermano Lorena Fantozzi e Mauro Moschini - introduce alcune importanti novità per le imprese in termini di minori tasse e incentivi, ma la svolta che si attendeva sulla semplificazione è ancora tutta da realizzare"

Ridurre le tasse e la burocrazia e produrre politiche incentivanti per le imprese con opportuni strumenti urbanistici che favoriscano interventi di ampliamento delle attività. Sono le richieste di Confartigianato Cesenatico all'amministrazione comunale che danno voce alle più avvertite esigenze delle quattrocento imprese associate. Se ne è parlato in un'affollata assemblea nelal sede di viale Trento con parte degli intervenuti in piedi, guidata dal presidente Lorenza Fantozzi e dal responsabile Mauro Moschini, promossa nell'ambito di un road show su tutto il territorio promosso da Confartigianato cesenate. Era presente il vicesegretario Confartigianato cesenate Giampiero Placuzzi, che ha rimarcato gli interventi richiesti da Confartigianato e recepiti nella legge di bilancio, ma anche le non poche criticità che permangono.

Durante l'incontro è stato scandagliato anche il tema della legge di bilancio 2017 del Governo, che, pur introducendo importanti novità a favore di chi fa impresa grazie anche all'azione di Confartigianato, aumenta ancora il carico, già pesantissimo, degli adempimenti. "Il primo problema delle piccole imprese e di quelle artigiane anche di Cesenatico - osservano la presidente Fantozzi e il responsabile Moschini - è poter fare il proprio mestiere senza che diventi una corsa ad ostacoli per lo stillicidio di scadenze fiscali e burocratiche a cui far fronte: settemila euro di costi l'anno con più 30 adempimenti fiscali per chi non ha dipendenti e fino a 90 per le aziende più strutturate". 

"La nuova legge di bilancio - proseguono Fantozzi e Moschini - introduce alcune importanti novità per le imprese in termini di minori tasse e incentivi, fra cui la contabilità semplificata per cassa, ma la svolta che si attendeva sulla semplificazione è ancora tutta da realizzare. Anche gli interventi migliorativi fanno scattare nuovi adempimenti, complicando la vita alle imprese. Pure il livello territoriale può fare molto per rendere l'ambiente più compatibile col fare impresa: purtroppo non va in questa direzione l'incremento del 15% della tariffa sui rifiuti introdotta dall'amministrazione comunale. Sul Rue e sugli strumenti urbanistici chiediamo che l'amministrazione consenta alle imprese di poter agevolmente intervenire sugli ampliamenti e le riqualificazioni sulle attività e al sindaco Gozzoli facciamo richiesta di aprire e rendere stabile il confronto con le organizzazioni che rappresentano le imprese, ancora carente a Cesenatico, ormai a otto mesi dall'inizio della legislatura".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Burocrazia e tasse, gli artigiani: "E' sempre più uno stillicidio"

CesenaToday è in caricamento