rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Economia

Casa, ripresa delle compravendite. Confcommercio: "No alle banche nel settore immobiliare"

Mercoledì alle 15.30 nella sala convegni della sede Confcommercio di Cesena in via Bruno il sindacato degli agenti immobiliari promuove un incontro per affrontare le novità introdotte dalla legge di stabilità 2016

E' finalmente arrivato il momento della svolta per il mattone cesenate. Dopo i primi timidi segnali positivi del 2014 per il settore immobiliare, il 2015 ha fatto registrare un aumento di compravendite intorno all’6% su cui si innescano i primi due mesi del 2016. "Ma nonostante ci sia una rinnovata fiducia nei confronti del comparto immobiliare, la pressione fiscale sulla casa ha raggiunto ormai cifre da record, inconciliabili con una vera ripresa", sostiene la Fimaa Confcommercio cesenate, il sindacato degli agenti immobiliari.

"Si tratta di importanti misure di accompagnamento al credito e di garanzie per chi vende o affitta un immobile davvero strategiche in questo periodo - afferma Pietro Corica, presidente della Fimaa Confcommercio cesenate -. Il mercato immobiliare è in ripresa -. In termine di vendite, sul 2015, l'aumento è del 6%, gli immobili si sono deprezzati e quindi questo è il momento giusto per acquistare,.Nel frattempo le banche si sono riorganizzate per l'erogazione dei mutui e quindi anche sul versante del credito ci sono segnali positivi. Per sfruttare al meglio questa ripresina è bene che gli agenti e i mediatori restino aggiornati sulle ultime novità del comparto immobiliare”.

“Negli ultimi mesi - dice il responsabile Fimaa ceste Massimo Montanari - abbiamo lavorato per mettere a disposizione degli agenti nuovi strumenti operativi e durante il seminario presenteremo le nuove opportunità in esclusiva per gli associati Fimaa in materia di credito e assicurazioni”. Tra le proposte Fimaa figura quella di abbassare l'aliquota Iva dal 10 al 4% per dare slancio alle ristrutturazioni". Preoccupazione nel settore, però, per il possibile conflitto di interessi degli istituti di credito che hanno fatto il loro ingresso nell'immobiliare.

“Come ha denunciato Fimaa nazionale – evidenzia il presidente Fimaa cesenate Corica – vanno evitate concentrazioni da parte delle banche nell'immobiliare.L'approvazione del ddl concorrenza è un'importante occasione per tutelare il consumatore e disciplinare questo nuovo settore di attività, dove gli istituti di credito stanno operando da alcuni mesi effettuando un'attività di concorrenza sleale e di scarsa tutela nei confronti della stessa clientela per l'attività di mediazione immobiliare”.

Mercoledì alle 15.30 nella sala convegni della sede Confcommercio di Cesena in via Bruno il sindacato degli agenti immobiliari promuove un incontro per affrontare le novità introdotte dalla legge di stabilità 2016, il nuovo Ape (attestato di prestazione energetica) e soprattutto le nuove convenzioni creditizie e assicurative che ha stipulato l'associazione a beneficio dei propri associati. Il programma del convegno prevede l'apertura dei lavori con Corrado Augusto Patrignani, presidente di Confcommercio Cesenate: l'introduzione a cura del presidente di Fimaa Confcommercio Cesena Pietro Corica. Sono previsti interventi su "Legge di Stabilità 2016: tematiche immobiliari" (notaio Vincenzo Minichini);  "Certificazione energetica: nuovo Ape" (Ingegner Alessandro Bizzochi); "Nuove convenzioni creditizie e assicurative riservate agli associati Fimaa" (Paolo Fusilli).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa, ripresa delle compravendite. Confcommercio: "No alle banche nel settore immobiliare"

CesenaToday è in caricamento