menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da Cesena per illuminare l'Expo: il consorzio Caiec al lavoro nel padiglione Francia

Le aziende stanno realizzando gli impianti elettrici del Padiglione della Francia, un'opportunità possibile proprio grazie alla rete creata dal sistema consortile, che consente anche a piccole imprese di competere nell'acquisizione di appalti per lavori molto rilevanti

I lavori dell’Expò vedono impegnate anche aziende del territorio, tra queste il Consorzio CAIEC di Cesena, presente nel grande cantiere dell’esposizione internazionale con cinque aziende associate: Raimondi L. & Montanari C. Snc - Riccione;  Sb Elettroimpianti  Snc - San Clemente; Electricline Srl - Mercato Saraceno; B.D. Elettroimpianti Di Bonopera Daniele - Monte Colombo; Cs Impianti Elettrici Di Calaon Stefano - Monte Colombo. 

Le aziende stanno realizzando gli impianti elettrici del Padiglione della Francia, un’opportunità possibile proprio grazie alla rete creata dal sistema consortile, che consente anche a piccole imprese di competere nell’acquisizione di appalti per lavori molto rilevanti, come quelli della grande esposizione legata al cibo.

“Nel 1976, alla nascita del Consorzio – spiega il presidente Domenico Balestri – i soci erano 11 imprese artigiane del territorio cesenate, disposte a mettersi in gioco per garantirsi il lavoro, in una congiuntura economica non facile per l’intero Paese. Dando vita al Caiec si è trovata la forma più adatta di valorizzazione, permettendo alle singole imprese troppo piccole per competere da sole con successo sul mercato, di partecipare anche alla aggiudicazione di appalti che, in altro modo, non avrebbero mai potuto gestire. Oggi le imprese associate hanno superato quota 280 su tutto il territorio nazionale. In tutto ciò un ruolo molto rilevante è stato giocato dalle associazioni di categoria, come CNA e Confartigianato, che hanno sostenuto e facilitato questo percorso, non solo dal punto di vista sindacale, ma anche da quello della consulenza gestionale ed amministrativa.  Siamo, perciò, molto orgogliosi di essere tra le aziende scelte per realizzare un progetto così importante e ricco di opportunità economiche per il nostro paese, quale Expò”.

“La scelta vincente – aggiunge il presidente di CNA Cesena Val Savio Sandro Siboni – è stata puntare alla messa in rete e valorizzazione delle specificità degli associati: la capacità di fare sistema è la chiave di volta su cui si regge con successo Caiec.  Mettendo in rete le diverse specializzazioni ed offrendo una eccellente qualità di esecuzione dei lavori in più ambiti, Caiec è diventato un interlocutore sempre più competitivo per appalti di prestigio sull’intero territorio nazionale. Di quello che definiamo “Sistema Caiec” fanno parte realtà leader nei rispettivi settori, quali  Elfi elettroforniture spa; Ecoenergia srl, che  si occupa della realizzazione e gestione in conto proprio, di impianti e sistemi per la produzione, distribuzione e utilizzazione di energia da fonti rinnovabili; Caiec Costruzioni spa,  nata per operare nel comparto dell’edilizia residenziale e civile, anche con project financing; Esco Romagna srl, attiva a livello nazionale nel settore dell’efficienza energetica, dell’installazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili e in cogenerazione”. Il cantiere dell’Expò si aggiunge così al portfolio di lavori di grande rilevanza che Caiec nel tempo ha eseguito sia per committenti pubblici che privati, anche per imprese di rilevanza internazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento