Centri di revisione auto: ecco le richieste di Confartigianato

Per questo Confartigianato ha sollecitato "la ripresa di un confronto con la categoria per affrontare nel merito le questioni già rappresentate"

I revisori auto di "Anara Confartigianato Autoriparazione" sono impegnati in un confronto col Ministero per una positiva definizione delle problematiche che affliggono i centri revisione, problematiche molto avvertite anche dai centri del territorio cesenate. "Le richieste prioritarie del settore - rimarca Confartigianato Federimpresa Cesena - sono orientate a far sì che il sistema revisioni possa compiere una svolta decisiva all’insegna della qualità e della professionalità, con regole, controlli e requisiti idonei che mettano in grado i centri revisione di rispondere alla funzione strategica assegnata dallo Stato e cioè garantire la sicurezza stradale e la tutela degli utenti".

Per questo Confartigianato ha sollecitato "la ripresa di un confronto con la categoria per affrontare nel merito le questioni già rappresentate (dall’adeguamento della tariffa, alle criticità del decreto di recepimento della Direttiva europea 2014/45/UE e della fase attuativa, alla revisione dei veicoli pesanti) ed individuare misure condivise che rispondano effettivamente alle aspettative della categoria". Il Capo Dipartimento del Ministero in un incontro nei giorni scorsi ha assicurato il proprio impegno per favorire soluzioni che tengano conto delle istanze dei centri revisione e in tal senso ha assicurato che sarà riavviato, già dal mese di settembre "un nuovo percorso di coinvolgimento e di consultazione del settore per definire l’intero quadro di criticità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento