rotate-mobile
Economia

Ccr, assemblea dei soci col rappresentante designato, Fabbri: "In presenza il timore di domande scomode"

Secondo il blogger "una Assemblea dei Soci a maggio in presenza poteva essere tranquillamente convocata in sicurezza, tutelando la salute degli intervenuti"

Il blogger Davide Fabbri interviene su una vicenda che tiene banco da diverse settimane, quella che riguarda il Credito Cooperativo Romagnolo, i dissidi all'interno degli amministratori della banca e che hanno portato a diverse dimissioni.
"Solitamente gli amministratori delle banche fanno scelte banali, scontate e prevedibili - afferma Fabbri - quello che vi sto per raccontare, non ha nulla di sorprendente.  Al fine di evitare prevedibili discussioni e conflitti animati coi Soci della banca Credito Cooperativo Romagnolo, il cda di tale istituto di credito cooperativo ha deciso di avvalersi di una facoltà stabilita dalla normativa sulla pandemia da Covid-19: ha convocato l‘Assemblea dei Soci il 5 maggio 2022 alle ore 9 senza prevedere la presenza fisica dei Soci (alcuni soci potrebbero fare troppe domande ed elaborare interventi scomodi), bensì tramite il conferimento di delega al Rappresentante Designato (un notaio)". 

Secondo il blogger "una Assemblea dei Soci a maggio in presenza poteva essere tranquillamente convocata in sicurezza, tutelando la salute degli intervenuti facendo utilizzare mascherine Ffp2 e distanziamento fisico dei Soci. Diversi di loro avrebbero voluto porre diverse domande all‘attuale dirigenza della banca, guardando gli amministratori negli occhi, al fine di chiarire l‘evento eccezionale di febbraio scorso: le dimissioni in blocco dell‘intero collegio sindacale (compresi i supplenti) e di ben quattro membri del cda (compreso il vicepresidente). Questo evento straordinario avrebbe meritato un attento approfondimento in Assemblea dei Soci, non semplici rassicurazioni da parte dei vertici della banca. L‘Assemblea dei Soci di maggio è molto importante poiché servirà ad approvare il bilancio di esercizio della banca del 2021 e servirà ad eleggere le cariche sociali triennali dell‘istituto bancario con sede legale a Cesena in viale Bovio, banca nata nel 2016 da una aggregazione di Banca di Cesena e BCC di Gatteo". 

Fabbri ricapitola la vicenda che sta interessando il Ccr: "Su undici membri del cda, ben quattro hanno recentemente rassegnato le dimissioni, e più precisamente:  il vicepresidente Giancarlo Babbi, ex  numero due del presidente Valter Baraghini; i membri del cda Roberto Bernabini (aveva la delega ai controlli interni), Marco Gardini (imprenditore), Jenny Lucchi (avvocato).  Clamorose poi le dimissioni in blocco dell‘intero collegio sindacale, che era così composto:  presidente Marco Vicini, sindaci effettivi Donatella Scarpellini e Nicoletta Giorgetti, sindaci supplenti Matteo Poletti e Massimiliano Graffiedi". 

"Credito Cooperativo Romagnolo è una delle 132 banche di Credito Cooperativo affiliate al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea. Tale capogruppo nazionale Iccrea Banca (che esercita anche funzioni di vigilanza e controllo su Credito Cooperativo Romagnolo) ha recentemente inviato diversi ispettori presso l‘istituto e ha chiesto di nominare nel cda della banca un proprio avvocato di fiducia: in data 26 febbraio 2022 è stato nominato l’avvocato Marco Pistritto, cooptato in cda per via extra-assembleare. L’avvocato Marco Pistritto è persona nota alle cronache bancarie: ha svolto incarichi importanti nell’ufficio legale della Federazione veneta delle BCC, è professore di diritto bancario e commerciale ed è responsabile del Presidio territoriale di Padova di Iccrea Banca da cui controlla l’attività di tutte le BCC confederate del Veneto. Marco Pistritto a novembre scorso è stato inviato da Iccrea Banca all’istituto di credito cooperativo Cerea Banca (nel veronese). Iccrea Banca ha determinato l’azzeramento del cda di Cerea Banca, ha nominato Marco Pistritto presidente di Cerea Banca e due mesi dopo Cerea Banca è stata accorpata alla Bcc di Verona e Vicenza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ccr, assemblea dei soci col rappresentante designato, Fabbri: "In presenza il timore di domande scomode"

CesenaToday è in caricamento