menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Calzaturiero, dove va a finire il surplus del 20% di produzione?"

"Vogliamo riportare l'attenzione - scrive Alessandri - sui recenti dati diffusi dalla Camera di Commercio di Forlì-Cesena riguardo la situazione del distretto calzaturiero del Rubicone"

"Vogliamo riportare l’attenzione - scrive Roberta Alessandri, presidente Cna Federmoda Forlì-Cesena - sui recenti dati diffusi dalla Camera di Commercio di Forlì-Cesena riguardo la situazione del distretto calzaturiero del Rubicone. Prendiamo atto delle interessanti performance di crescita del settore degli ultimi trimestri". Ma c'è un però.

"Per comprendere meglio - aggiunge - l’andamento del distretto è utile leggere i dati con una lente di ingrandimento che comprenda anche la visione delle imprese di subfornitura, che ruotano attorno ai grandi marchi e rappresentano l’indotto del distretto".

"Partendo dall’assunto - sottolinea - che l’export è aumentato del 20%, ci chiediamo dove va a ricadere questo surplus di 20% di produzione? Considerando che le aziende terziste lamentano per l’anno 2012 un fatturato in netto calo e una minore occupazione delle maestranze, la risposta ci sembra scontata".

"Perché - commenta - non c’è una proporzionale ricaduta sull’indotto? Quali sono le condizioni di reciprocità che legano committente e fornitore? Nel rispetto di quali regole? Quale la responsabilità sociale dei committenti? Posto che il distretto rappresenta un bene comune, invitiamo le istituzioni e la cittadinanza ad una riflessione più approfondita sul tema, affinché si possa continuare a sostenere che questo distretto rappresenta un fiore all’occhiello della nostra economia".
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento