Sportello unico delle attività produttive, crescita esponenziale delle pratiche online

Diventa sempre più telematico lo Sportello Unico Attività Produttive. Dal 1 settembre, infatti, passeranno esclusivamente dalla via informatica - attraverso la piattaforma SuapEr - 124 nuovi procedimenti

Diventa sempre più telematico lo Sportello Unico Attività Produttive. Dal 1 settembre, infatti, passeranno esclusivamente dalla via informatica - attraverso la piattaforma SuapEr - 124 nuovi procedimenti, portando così a oltre 300 il numero complessivo dei servizi informatizzati rivolti all’edilizia e al commercio.

“Questa implementazione – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi, l’Assessore alle Politiche di qualificazione urbana Orazio Moretti e l’Assessore all' Innovazione e Sviluppo Tommaso Dionigi - va a rafforzare ulteriormente il progetto dello Sportello Unico per l’Edilizia e le Imprese, avviato nel 2009 con l’obiettivo dichiarato di snellire le procedure e diminuire i tempi di rilascio, ma anche di rendere più efficace e trasparente la comunicazione verso i cittadini, i tecnici e le imprese, ed uniformare, per quanto possibile, le pratiche all’interno del comprensorio cesenate. E quest’ultimo aspetto assume una particolare rilevanza oggi, dal momento che il Suap è una delle funzioni passate in carico all’Unione dei Comuni. Negli ultimi cinque anni abbiamo compiuto notevoli sforzi per raggiungere questi risultati. Abbiamo riorganizzato il servizio, rafforzandolo con l’inserimento di nuove figure professionali (2 tecnici istruttori e 1 tecnico informatico) e mettendo a punto una nuova logistica; abbiamo portato all’interno del Comune la gestione del procedimento sismico, senza passaggi verso enti esterni, con l’assunzione di 2 ingegneri sismici. Ma, in particolare abbiamo lavorato sugli aspetti informatici, adottando un nuovo unico software di gestione, al posto dei diversi applicativi utilizzati precedentemente, dando la possibilità di prenotare on line gli appuntamenti, mettendo a disposizione sul sito del Comune di tutta la modulistica e, soprattutto, creando le condizioni (anche grazie all’adesione alla piattaforma SuapEr) per poter svolgere telematicamente un grande numero di procedimenti. Oggi siamo a quota 300, ma l’intenzione è di proseguire per estendere ulteriormente il loro numero”.

“I risultati – segnalano il Sindaco e gli Assessori – non sono mancati. Ad esempio, si è praticamente dimezzato il tempo medio di attesa per il rilascio dei permessi di costruire, passato dai 267 giorni del 2009 ai 136 giorni del 2013. In calo anche i tempi medi per il rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche: nel 2012 ci volevano 79 giorni, l’anno dopo sono scesi a 68. Al contempo, è in continua crescita il numero di pratiche inoltrate attraverso la via telematica: basti dire che nel 2011 le pratiche edilizie presentate on line erano state appena 10, contro le 2669 inoltrate in modo tradizionale; nel 2012 sono diventate 727 (contro le, le circa 3000 presentate allo sportello) , mentre nel 2013 sono state 1673, avvicinandosi molto al dato di quelle ‘tradizionali’, arrivate a quota 1987”.

Questa tendenza sembra confermata anche per il 2014. Da gennaio a giugno, attraverso SuapEr sono passate 1486 pratiche, di cui 616 riferite all’edilizia, 147 al commercio, mentre le restanti sono integrazioni a procedimenti già inoltrati. A queste vanno aggiunte i 552 procedimenti attivati attraverso la Pec ( posta elettronica certificata), di cui 57 edilizie e 495 riferite al commercio.

Per contro le pratiche cartacee sono state 2400 circa, di cui 1468 riferite all’edilizia e 942 al commercio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“In termini assoluti – spiegano il Sindaco e gli assessori Moretti e Dionigi - il numero delle pratiche cartacee sembra essere ancora alto, ma va detto che ci sono ancora vari procedimenti che non sono disponibili on line. In realtà, se si considera i soli procedimenti informatizzati, la percentuale delle pratiche digitali è molto alta e, in qualche caso, addirittura preponderante. La situazione è destinata ad evolversi ulteriormente, visto che dal 1 settembre la strada telematica sarà l’unica a disposizione per i 124 nuovi procedimenti appena attivati. Ricordiamo inoltre che a settembre sarà convocato il tavolo sulla semplificazione e in quella sede, oltre ad alcune proposte già arrivate, si analizzeranno anche questi dati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento