menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Benzinai e agenti di commercio alleati: "Prorogare l'introduzione della fattura elettronica"

Erano presenti alla riunione benzinai di tutto il comprensorio, preoccupati per l’adempimento

La sede di Confcommercio ha ospitato la riunione della Figisc Confcommercio cesenate, lo storico sindacato di distributori di carburante presieduto da Letizia Zignani e coordinato da Lisa Brigliadori sul tema della fatturazione elettronica. Erano presenti benzinai di tutto il comprensorio, preoccupati per l’adempimento. Dal prossimo primo luglio, infatti, per le cessioni di benzina e di gasolio utilizzati come carburanti per automazione, non potrà più essere usata la scheda carburante, ma scatterà l’obbligo di emissione della di fattura elettronica per gli impianti di distribuzione carburante.

"Questo provvedimento - afferma la Figisc Confcommercio cesenate - crederà enormi difficoltà operative perché, interessando una platea vastissima di imprese grandi e piccole, verrebbe congestionata l’attività degli impianti, soprattutto n un periodo, quello dell’esodo estivo, con inevitabili criticità anche per gli automobilisti. Già significa che che stazioni di servizio dovranno essere pronte a gestire un incremento esponenziale di tela saturazione che oggi riguarda invece solo alcune specifiche transazioni. Un aggravio che non potrà nemmeno giovarsi degli attuali sistemo tendi di produzione e validazione di ogni singola fattura, anche quelli tecnologici attraverso app, che prevedono tempi difficilmente conciliabili con l’operatività delle stazioni carburanti".

"Per queste ragioni Figisc - rimarca il sindacato affiliato a Confcommercio -  pur condividendo lo sirti del ravvedimento e confermando la collaborazione a questa iniziativa di contrasto all’evasione fiscale, auspica e chiede una proroga dei termini e propone una partenza a doppio binario fino al gennaio 2019, per fare modo agli impianti di distribuzione stradale di preparai adeguatamente per gestire al meglio questa rilevante innovazione tecnologica sera gravare in termini di operatività veloce sua sull’utenza privata sia su quella d’impresa".

Alla Figisc cesenate si unisce anche la Fnaarc, federazione associazioni agenti e rappresentanti di commercio, presieduta nel cesenate e nel territorio provinciale da Augusto Patrignani, che è anche presidente Confcommercio cesenate e dell’Unione provinciale. "Ogni giorni - rimarca   l presidente Patrignani - sulle nostre strade provinciali si muovono migliaia di agenti e se ne muovo oltre 250mila in quelle italiane percorrendo una milione e 500mila chilometri ogni anno, con conseguente notevole utilizzo di carburante. In questo senso la nostra preoccupazione relativamente all’introduzione della fatturazione elettronica è analoga rispetto a quella dei distributori di carburante e chiediamo la proroga con la partenza a doppio binario per meglio approcciarci al nuovo adempimento, che peraltro accogliamo nella sua corretta filosofia, ma ci deve essere dato tempo per attrezzarci meglio".

"Dal canto suo Confcommercio cesenate - rimarca il direttore Giorgio Piastra e il vicedirettore Alberto Pesci - si è attrezzata per erogare il servizio di consulenza e assistenza ai gestori per affrontare l'adempimento della introduzione della fattura elettronica, come è nostra prassi per accompagnare le imprese nelle sfide del mercato, e nel contempo attivandoci per ottenere tutti i correttivi necessari per far fronte in maniera ottimale agli adempimenti richiesti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento