Economia

Banca fallita, la Uil attacca: "Il Governo dimentica la Romagna come per la E45"

Il sindacato: "Il fallimento della Banca Romagna Cooperativa non ha trovato nessun indennizzo da parte del fondo Salva banche"

"Perché le banche venete, sì e Banca Romagna Cooperativa, no? Ancora una volta il Governo dimentica la Romagna. E nella fattispecie Banca Romagna Cooperativa il cui fallimento ha gettato sul lastrico, se non messo in seria difficoltà, 8mila soci. Dai lavoratori ai pensionati. Il tutto con cifre anche importanti che, in alcuni casi, veleggiano sui 9-10mila euro". Lo dichiarano il segretario generale Uil Emilia Romagna e Bologna, Giuliano Zignani e il segretario territoriale Uil Cesena, Marcello Borghetti sul fallimento della Banca Romagna Cooperativa.

"Un duro colpo che - proseguono -  non ha trovato nessun indennizzo da parte del fondo Salva banche. Perché? Di nuovo, come per la E45, non è dato saperlo. E di nuovo, abbiamo famiglie in sofferenza. Bene ha fatto il sindaco di Cesena, Paolo Lucchi a riaccendere il riflettore sul dramma di così tante famiglie, scrivendo ai parlamentari eletti in Romagna affinché intervengano per far sì che gli 8mila soci di Banca Romagna Cooperativa ricevano un indennizzo".

"La Uil Emilia Romagna - concludono - è pronta a tutelare questi cittadini pesantemente danneggiati con ogni mezzo legale"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banca fallita, la Uil attacca: "Il Governo dimentica la Romagna come per la E45"

CesenaToday è in caricamento