Venerdì, 12 Luglio 2024
Economia

Crr, l'assemblea non sarà in presenza: soci preoccupati. La banca: "Daremo tutte le informazioni"

C'è preoccupazione tra i soci del  Credito Cooperativo Romagnolo di Cesena, colpito nei mesi scorsi da numerose dimissioni di amministratori

C'è preoccupazione tra i soci del  Credito Cooperativo Romagnolo di Cesena, colpito nei mesi scorsi da numerose dimissioni di amministratori, tra cui il vicepresidente, membri del consiglio di amministrazione e del collegio sindacale. Indiscrezioni di stampa hanno evidenziato, infatti, che la capogruppo nazionale delle banche di credito cooperativo Iccrea ha inserito come atto unilaterale un proprio rappresentante nel cda, l'avvocato Marco Pistritto. Inoltre è stato deciso dai vertici della banca che la prossima assemblea dei soci, che sono più di 7.000, si terrà non nelle modalità normali ma seguendo una prescrizione anti-Covid, nonostante ormai quasi tutto da mesi sia stato riaperto e con la sola limitazione del green pass. Si teme, infatti, dai soci che l'assemblea con un sistema non in presenza e con deleghe ad un “rappresentante designato” possa impedire un'ampia discussione sul futuro della banca. 

A queste questioni risponde il presidente Valter Baraghini: “L’intervento della capogruppo presso la banca è esclusivamente di un’attività di verifica sullo stato delle relazioni fra gli organi della banca. In merito all’assemblea, preciso che lo svolgimento con la modalità del rappresentante designato è stato previsto, anche per quest’anno, dal decreto legge 18/2020 convertito nella Legge 27/2020 e successive modificazioni, modalità indicata con apposita direttiva dalla capogruppo e adottata anche dalle altre Bcc del gruppo presenti in regione, così come da tutte le Bcc affiliate al Gruppo Iccrea”. Tuttavia Baraghini promette momenti di confronto fuori dall'assemblea: “Con l’approssimarsi dell’assemblea, tenuto conto di questa modalità del Rappresentante designato, anticipo che verranno organizzati diversi incontri con i soci sui vari territori di competenza, per fornire tutte le informazioni necessarie”. 

Tra i motivi di preoccupazione dei soci, indiscrezioni di stampa indicano anche la gestione non brillante del Mercato Coperto, la struttura commerciale di piazza del Popolo. Sul punto replica il direttore Giancarlo Petrini: “Con riferimento alla società di gestione del Mercato Coperto di Cesena, confermo come stia regolarmente rispettando i propri impegni nei confronti della banca; inoltre in funzione delle coperture sul credito vantato e disposte prudenzialmente dal Cda anche in misura superiore a quanto richiesto, posso ragionevolmente ritenere che la posizione difficilmente produrrà effetti negativi sui futuri bilanci della banca.” 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crr, l'assemblea non sarà in presenza: soci preoccupati. La banca: "Daremo tutte le informazioni"
CesenaToday è in caricamento