Autotrasporto, rinnovo del contratto: Cna esprime soddisfazione per la conclusione delle trattative

"Il rinnovo - sottolinea Lorenzo Corallini, responsabile di Cna Fita Forlì-Cesena - arriva in una fase critica per il comparto dell’autotrasporto"

Dopo cinque giorni di incontri, si è conclusa la fase del rinnovo del contratto nazionale Logistica, Trasporto Merci e Spedizioni e si è posta la parola fine ad una serie di tensioni che hanno attraversato il settore. "Il rinnovo - sottolinea Lorenzo Corallini, responsabile di Cna Fita Forlì-Cesena - arriva in una fase critica per il comparto dell’autotrasporto e con grande senso di responsabilità le parti hanno condiviso l’esigenza di una verifica ulteriore delle condizioni economiche del settore, entro il mese di luglio 2019. Orario e flessibilità sono due dei capitoli più importanti dell’intesa che gli imprenditori ricercavano da tempo, in quanto in grado di influenzare direttamente l’organizzazione del lavoro e di incidere positivamente nell’arginare i crescenti fenomeni di illegalità, diffusi soprattutto nel facchinaggio e nella movimentazione delle merci".

"Altre novità di rilievo riguardano il personale viaggiante dell’autotrasporto, che avrà una nuova e puntuale definizione dei livelli di riferimento per le mansioni svolte e le tipologie di trasporto effettuato e alcune previsioni per favorire l’assunzione di nuovo personale - prosegue Corallini -. Nella fattispecie, il nuovo contratto concede alle aziende che nell’ultimo anno non abbiano attuato riduzione del personale, di beneficiare di uno sconto sullo stipendio dei nuovi assunti a tempo indeterminato che detengano una patente di guida da meno di tre anni. La riduzione avviene nei primi tre anni di lavoro, mediante una percentuale decrescente: il nuovo assunto viene pagato il 90% della retribuzione tabellare per il primo e il secondo anno, e il 95% per il terzo anno, mentre dal quarto raggiunge l’intera somma".

"Per quanto concerne la componente economica - conclude Corallini - il nuovo accordo porta un aumento medio delle retribuzioni di 108 euro, corrisposti in rate con scadenze che dipendono dal livello salariale e che spaziano da febbraio 2018 ad ottobre 2019. A questa data, le parti si sono impegnate a svolgere una attenta verifica relativa alla sostenibilità dell’intesa economica. Oltre a questo incremento mensile, l’accordo prevede un importo forfettario pari a 300 euro come copertura del periodo di vacanza contrattuale, maturato in quote mensili o frazioni, in relazione alla durata del rapporto nel periodo interessato". Per ulteriori approfondimenti è possibile contattare Lorenzo Corallini (tel. 0547 025429; email: lorenzo.corallini@cnafc.it).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento