rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Economia Mercato Saraceno

Automazione industriale, per l'azienda 50 milioni di euro di fatturato, ecco un nuovo capannone di 3500 metri quadri

Il 2021 ha segnato un fatturato di 50 milioni di euro, un incremento del 17% rispetto all’anno precedente, a conferma del trend positivo che accompagna la società da diversi anni

Righi Elettroservizi Spa, società cesenate leader nel settore dell’automazione industriale ha chiuso il bilancio presentando dati positivi e in crescita. Il 2021 ha segnato un fatturato di 50 milioni di euro, un incremento del 17% rispetto all’anno precedente, a conferma del trend positivo che accompagna la società da diversi anni. “Il 2021 è stato un anno molto positivo nonostante il periodo difficile causato da quasi due anni di pandemia mondiale. La nostra strategia è stata vincente, abbiamo lavorato bene, con costanza e non ci siamo fatti scoraggiare. Nel 2022 punteremo su investimenti, nuovi progetti e sostenibilità, al fine di migliorare la nostra struttura aziendale, le competenze e il servizio ai nostri clienti.” Afferma Mauro Righi, Direttore Generale della società e fondatore insieme ai soci Valentina Righi, Aldo Righi ed Emiliano Negosanti.

Anche il fatturato verso l’estero è aumentato rispetto all’anno precedente, segno di un’espansione sempre più netta oltre ai confini nazionali. Diversi sono stati i lavori portati a termine in Europa (Grecia, Svezia e Romania) nel campo logistico ed anche oltre Europa, in Bolivia e India, per il settore chimico.   Non sono mancati quindi, dentro e fuori Italia, i nuovi clienti che hanno scelto Righi Elettroservizi come partner per l’automazione industriale. Moltissimi sono stati i clienti che hanno consolidato il loro rapporto di partnership con Righi, una grande soddisfazione per l’azienda.  Come l’anno precedente, anche il 2021 ha segnato un aumento delle risorse umane, ventiquattro persone hanno fatto il loro ingresso in azienda. Anche il 2022 è partito con un’impennata delle assunzioni, nei primi sei mesi dell’anno i nuovi assunti sono stati venticinque. Un impegno continuo, quello di Righi Elettroservizi, nel creare posti di lavoro e supportare l’occupazione nella Valle del Savio e non solo.

L’impegno di Righi Elettroservizi è stato riconosciuto anche da Confindustria, a Settembre dello scorso anno, la società è stata infatti pluri-premiata a Excelsa, riconoscimento biennale per premiare e dare risalto alle aziende eccellenti del territorio romagnolo. I premi assegnati alla società cesenate sono stati volti a evidenziare la performance economica e l’attenzione alla sostenibilità.

La fine del 2021 ha visto anche l’avvio del progetto online di Righi Elettroservizi, ovvero il lancio dell’e-commerce Righi Spare Parts dove vengono venduti ricambi, prodotti e servizi dedicati al mondo elettrico e dell’automazione industriale. L’obiettivo del nuovo E-Commerce è quello di rendere l’offerta verso i nostri clienti, e non solo, ancora più completa e veloce. La società non fermerà l’impegno verso il suo processo di crescita, che porta avanti da diversi anni. Il 2022, infatti, segnerà un anno di grandi investimenti a livello di innovazione tecnologica, infrastrutture e di competenze per Righi Elettroservizi.  In un mondo in continua evoluzione Righi Elettroservizi punta al miglioramento continuo su temi attuali e futuri, come quello della digitalizzazione e della transizione energetica. È ormai al termine la costruzione di un nuovo magazzino totalmente automatizzato “Autostore”, che permetterà di effettuare un picking ogni 35 secondi, portando un’ottimizzazione dei tempi, dati alla mano, del 50%.  Un investimento importante che permetterà a Righi di migliorare la gestione interna dei materiali con un conseguente incremento dell’efficienza e una riduzione dei tempi di gestione degli ordini.

Si concluderà, invece, a fine anno la costruzione del nuovo capannone di 3.500 metri quadrati, che sorgerà a Bora di Mercato Saraceno (dove è presente la sede principale di Righi) e che verrà dedicato alla produzione, con logica di lean production, e agli uffici tecnici. Le lavorazioni che prenderanno il via nel nuovo stabile avranno come obiettivo principale quello di aumentare l’efficienza produttiva di Righi Elettroservizi, abbattendo gli sprechi di tempo e costi e migliorando il risultato finale per il cliente.

Un grande investimento verrà fatto anche sul versante delle energie rinnovabili. Righi Energy, divisione di Righi Elettroservizi con un expertise di oltre 15 anni nelle energie rinnovabili, metterà in piedi diversi progetti green, che saranno pronti a prendere il via nel 2022, non solo impianti fotovoltaici, ci sarà un focus anche sui temi della e-Mobility e sull’agrivoltaico.  Quest’ultimo, un nuovo prodotto dagli interessanti risvolti per l’energia solare e l’agricoltura, del quale sentiremo sempre più parlare nei prossimi anni. Il tema sostenibilità non è nuovo per Righi Elettroservizi, da diversi anni la società è attiva su tutti e tre i pilastri: ambientale, sociale ed economico.  Un’attenzione verso la sostenibilità che si manifesta in maniera incisiva all’interno della società attraverso l’utilizzo di fonti di energia rinnovabile per il sostentamento deli stabilimenti, la riduzione del consumo della carta grazie all’applicazione della tecnologia tablet in produzione, il riciclo continuo dei materiali di scarto. Nell’anno in corso, inoltre, la strategia aziendale farà il passo verso svolta ancora più green; tra gli obiettivi del 2022 c’è quello di avviare i lavori per l’ottenimento della certificazione Esgi volta alla valutazione della conformità aziendale agli aspetti economici, ambientali, sociali e di etica che si uniscono in un circolo virtuoso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Automazione industriale, per l'azienda 50 milioni di euro di fatturato, ecco un nuovo capannone di 3500 metri quadri

CesenaToday è in caricamento