Al Macfrut un'asta di beneficenza con Josefa Idem: raccolti oltre 2mila euro per lo Ior

Prima dell’inizio dell’asta, Lucia Bedei, Medico oncologo, impegnata nel reparto di Prevenzione dell’Ospedale di Forlì, ha spiegato ai presenti l’importanza dei corretti stili di vita per difendersi dal cancro

L’edizione 2014 del Macfrut si è chiusa con grande successo di pubblico e di solidarietà, in tantissimi hanno, infatti, partecipato all’asta di beneficenza in favore dei progetti di ricerca oncologica dello IOR,  promossa da Bestack - consorzio nazionale con sede a Forlì dei produttori di imballaggi in cartone ondulato per ortofrutta – e con la campionessa olimpionica ed on. Senatrice Josefa Idem testimonial dell’iniziativa.

Sono andati all’asta trentasei sedute di design, colorate, ecologiche ed eco-chic, personalizzate ognuna con un graffito d’autore, insieme a queste nove tavolini, un bancone, e una libreria, pezzi unici decorati a mano e personalizzati, per un ricavato totale di 2.865 euro, interamente devoluto all’Istituto Oncologico Romagnolo per finanziare i suoi progetti di ricerca.

L’iniziativa ha avuto un battitore d’asta d’eccezione, il cav. Paolo Bruni, presidente del CSO - Centro Servizi Ortofrutticoli, che con verve da anchorman ha mantenuto alta l’attenzione del pubblico, spalleggiato dalla simpatia di Sauro Angelini, direttore di Agrilinea, che ha dedicato all’asta uno speciale talk show che andrà in onda prossimamente, dal titolo “Ortofrutta, sport e salute” al quale ha partecipato anche la Idem.

All’asta hanno partecipato attente anche numerose aziende e realtà dell’universo ortofrutticolo locale e nazionale, che si sono impegnate a dare il proprio contributo alla causa solidale a favore dello Istituto Oncologico Romagnolo acquistando parte gli arredi messi all’asta: si ringraziano in particolare Apofruit Italia, Orogel, Graziani, Fruit Imprese, Italia Ortofrutta Unione Nazionale, Cso, Finser Packaging e Gifco.

Prima dell’inizio dell’asta, Lucia Bedei, Medico oncologo, impegnata nel reparto di Prevenzione dell’Ospedale di Forlì, ha spiegato ai presenti l’importanza dei corretti stili di vita per difendersi dal cancro: "Oggi è sempre più dettagliata e approfondita la conoscenza dei processi biologici che conducono alla nascita del cancro, i dati dimostrano come l’ambiente e le abitudini di vita sono responsabili dell’insorgenza di oltre il 90% dei tumori. Per questo è importante combattere il cancro a tavola: nelle diete di ognuno di noi non devono mai mancare i vegetali, in particolare le varietà di stagione e la frutta secca, ricca di omega-3, proteine e calcio. Bisogna prestare attenzione ad alimenti ad alta densità calorica, in particolare se presentano eccessi di zuccheri e grassi saturi, bisogna evitare di mangiare cibi bruciati e prestare attenzione alle carni grasse di animale che molto spesso presentano sostanze cancerogene.”

Anche la enatrice Josefa Idem, campionessa olimpionica di canoa, ha portato ai presenti la sua testimonianza su come lo sport sia molto importante per combattere i tumori: l’Organizzazione Mondiale della Sanità da sempre sostiene che uno stile di vita non sedentario è, infatti, fondamentale nella prevenzione di molteplici patologie e che la pratica di un’attività sportiva o motoria ha effetti positivi sul benessere dell’individuo. Bastano 30 minuti al giorno di attività fisica moderata - corrispondenti più o meno a 10 mila passi - per ottenere benefici per la salute.

L’evento solidale Bestack4Ior ha riscosso un successo oltre le aspettative: in chiusura del talk show è intervenuto per un saluto anche il presidente di Macfrut e consigliere dello Ior Domenico Scarpellini, che ha acquistato per sè un tavolino e quattro sedie. “Siamo molto contenti dell’esito di questa giornata e ringraziamo tutte le persone che hanno dato il loro contributo al successo dell’iniziativa – sottolinea il direttore di Bestack, Claudio Dall’Agata – Bestack ha nella sua mission il sostegno alla ricerca, a trecentosessanta gradi: quella economica, quella per la qualità e anche quella per la persona e per il sociale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al termine dell’asta, Mario Pretolani, Consigliere delegato Ior, ha concluso la giornata ringraziando "di cuore tutto lo staff di Bestack per la sensibilità e la professionalità dimostrata in questa bellissima iniziativa. Ringrazio di cuore l’on. Josefa Idem per aver impreziosito l’evento con la sua presenza e ringrazio di cuore anche tutte le persone che hanno sostenuto lo Ior, aggiudicandosi i pregiati arredi di design.  Una bellissima iniziativa che ci riempie di orgoglio, che ha riunito l’eccellenza del mondo imprenditoriale italiano, la prevenzione oncologica, lo sport e la solidarietà. ”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento