Costo del lavoro, il mondo dell'artigianato chiede la riduzione dell'Irap e dei premi Inail

Anche per le imprese artigiane territoriali una delle priorità è l'abbattimento del costo del lavoro attraverso la riduzione dell’Irap, dei premi Inail e dei contributi Inp. Lo rimarca Confartigianato Federimpresa Cesena

Anche per le imprese artigiane territoriali una delle priorità è l'abbattimento del costo del lavoro attraverso la riduzione dell’Irap, dei premi Inail e dei contributi Inp. Lo rimarca Confartigianato Federimpresa Cesena. "Tra gli interventi richiesti al Governo - dice il Gruppo di presidenza formato da Alessandro Landi, Lorenza Fantozzi e Ivano Scarpellini -  spicca il riequilibrio tra i contributi versati da artigianato e terziario all’Inps e all’Inail, per complessivi 4 miliardi annui, e le prestazioni ricevute".

"Per quanto riguarda l’Inail, le gestioni dell’artigianato e del terziario determinano un costante avanzo di esercizio di circa 2 miliardi annui, pari a oltre 20 miliardi di euro negli ultimi 10 anni - Landi, Fantozzi e Scarpellini -. Le nostre imprese pagano premi Inail troppo alti, le tariffe dei premi vanno ridotte per rimediare allo squilibrio fra l’ammontare dei premi assicurativi versati e le prestazioni erogate".

"Allo stesso modo - aggiunge il Gruppo di Presidenza Confartigianato - vanno riviste le aliquote dei contributi per malattia versati all’Inps dagli imprenditori artigiani e del terziario. L’Inps ha un avanzo positivo della gestione malattia, pari al 50% del totale delle entrate, dovuto quasi per intero ai contributi pagati dalle imprese dell’artigianato e del terziario, che determinano da anni positivi avanzi di gestione pari a 2 miliardi di euro annui".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I contributi richiesti alle imprese sono strutturalmente sovradimensionati rispetto ai fabbisogni della gestione e determinano avanzi di cui non si conoscono gli impieghi, mentre alle aziende vengono richieste contribuzioni aggiuntive per ogni nuova previsione contributiva”, conclude il Gruppo di presidenza di Confartigianato Federimpresa Cesena. Un'altra richieste di Confartigianato è la graduale riduzione dell’Irap a partire dalle imprese di più piccole dimensioni, innalzando la franchigia di imposizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Cresce la curva dei contagi, "focolaio" in un caseificio. Il Covid torna ad uccidere nel Cesenate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento