Arrivano i contributi regionali per le imprese del settore turistico

Credito agevolato e parzialmente garantito per chi investe in strutture nel settore turistico come alberghi e bagni in spiaggia: anche per l’anno 2012 la Cooperativa di Garanzia Creditcomm disporrà del fondo regionale

Walther Giorgi

Credito agevolato e parzialmente garantito per chi investe in strutture nel settore turistico  come alberghi e bagni in spiaggia: anche per l’anno 2012 la Cooperativa di Garanzia Creditcomm (Confesercenti Cesenate) disporrà del fondo regionale stanziato a favore delle imprese del settore turistico che potranno ottenere contributi e garanzie  tutte le volte che investono in ristrutturazioni  o riqualificazioni nelle strutture del nostro territorio.  

Per poter usufruire dei fondi - in totale si parla di 451.000 euro per il fondo a garanzia e di 117.000 euro per il fondo conto interessi liquidati dalla Regione Emilia Romagna in base alla Legge Regionale 40 del 2002 - le imprese dovranno investire un importo minimo di spesa di 20.000 euro e  di un massimo di 1.500.000, con durata del finanziamento minima di 3 anni e massima  di 15 anni.

Sicuramente una grande opportunità se si considera che in ambito regionale, esclusa la provincia di Rimini, si tratta del fondo finanziario più consistente che coprirà inoltre anche le spese relative a interventi già iniziati fino a 12 mesi prima della presentazione della domanda  compresi  anche  gli imprevisti (per un 10% del totale richiesto)  e parte degli arredi.

Nell’anno appena trascorso, pur a fronte di  una crisi evidente delle imprese e di  una scarsa disponibilità del sistema bancario, la Cooperativa di Garanzia Creditcomm è riuscita ad erogare garanzie per finanziamenti  alle aziende del nostro territorio per 45 milioni di euro.

“E’ evidente che solo un’equilibrata e oculata gestione finanziaria può determinare per le aziende turistiche ricettive migliori prospettive di sviluppo. È molto importante rispondere alle esigenze di finanziamento legate a progetti di riqualificazione (anche derivate da vincoli normativi come la legge 626 e la normativa antincendio) e riflettere sulle condizioni del sistema bancario attuale – commenta Walther Giorgi, direttore di Creditcomm Confesercenti Cesenate. A breve incontreremo le imprese di Cesenatico e di Bagno di Romagna per illustrare nel dettaglio la normativa e le possibilità che questa prevede per i progetti già esistenti e per quelli che potranno nascere”.

Per informazioni occorre rivolgersi alla Creditcomm di Cesena: tel. 0547.622646-0547.622647.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento