Arca Spa assegna le borse di studio per i figli meritevoli dei suoi dipendenti: "Piange il cuore vederli all'estero"

“Le borse di studio di oggi – spiega Giovanni Baldacci – hanno il valore importante di premiare i meritevoli e trasmettere l’idea che impegnarsi e dedicarsi allo studio sia un valore meritevole”

Sono state otto le borse di studio assegnate da ARCA S.p.A. ai figli dei collaboratori che si sono distinti per il merito scolastico e universitario. I premi sono stati consegnati lo scorso 20 dicembre, presso la sede centrale dell’azienda a Cesena, alla presenza del Presidente Giovanni Baldacci e dell’Amministratore Riccardo Amaduzzi. Accompagnati dai genitori, nel corso della cerimonia le ragazze e i ragazzi hanno ricevuto dalle mani del Presidente non solamente l’assegno, ma anche un attestato come segno della volontà del Gruppo di investire sui giovani e sul merito. A ricevere la borsa sono stati i figli delle collaboratrici e dei collaboratori di Famila, A&O e C+C tutte insegne del gruppo Unicomm, che nell’ultimo anno hanno ottenuto risultati scolastici e universitari di alto profilo con premi di 800 euro per i diplomati, 1000 euro per i laureandi e 1500 euro per i laureati. L’investimento complessivo da parte dell’intero Gruppo Unicomm è stato superiore ai 100.000 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Le borse di studio di oggi – spiega Giovanni Baldacci – hanno il valore importante di premiare i meritevoli e trasmettere l’idea che impegnarsi e dedicarsi allo studio sia un valore meritevole”. “Il nostro Paese ha bisogno delle nuove generazioni per rilanciarsi, servono energie fresche e menti brillanti. Abbiamo voluto dare un messaggio forte, perché ogni qualvolta uno dei nostri giovani lascia l’Italia per lavorare all’estero, mi piange il cuore”, ha concluso Baldacci. L’iniziativa si inserisce all’interno dei festeggiamenti per il cinquantesimo anniversario del Gruppo Unicomm, di cui ARCA S.p.A. è parte, nato a Schio nel 1969 dalla genialità e dalla passione dei due fratelli Marcello e Mario Cestaro che scelsero di seguire le orme del padre Antonio grossista già all’inizio del Secondo Dopoguerra. Tra le altre attività organizzate per festeggiare il cinquantesimo, merita menzione il “bonus bebè” dedicato a tutti i collaboratori dell’azienda che hanno avuto o adottato figli nel 2019. Inoltre, sempre nel corso dell’ultimo anno, sono stati indetti concorsi dedicati ai collaboratori e ai clienti ed è stato realizzato il portale interno Unicommunity con proposte e convenzioni rivolte agli oltre 7000 dipendenti ed iniziative benefiche nel campo dello sport e del sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento