rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Economia

Appello di Patrignani (Confcommercio) alle banche: "Emergenza liquidità per il caro-costi, aiutate le imprese in apnea"

“Lanciamo un appello a tutti gli attori istituzionali e con essi anche agli istituti di credito - afferma il presidente di Confcommercio cesenate Corrado Patrignani - per intervenire con urgenza e tempestività"

Campagna d’autunno per dare liquidità alle imprese cesenati allo stremo. La avvia Confcommercio cesenate. “Lanciamo un appello a tutti gli attori istituzionali e con essi anche agli istituti di credito - afferma il presidente di Confcommercio cesenate Corrado Patrignani - per intervenire con urgenza e tempestività a protezione e salvaguardia del tessuto produttivo locale contro il quale si è scatenato lo tsunami del caro costi, delle bollette energetiche alle stelle che ne minano non solo la possibilità di crescere ma addirittura di sussistere e mantenersi sul mercato. Il caso del ristorante cesenate che ha ricevuto due bollette ravvicinate sull’energia per un totale di 45mila euro, eccezionale nella dinamica, non è isolato quanto al problema dei costi aumentati a dismisura, in modo tale da scardinare l’equilibrio della gestione aziendale. L’emergenza si è essa a macchia d’olio ed è generale. Tanti soldi, troppi soldi da pagare e subito: il settore imprenditoriale è in apnea. Il problema non è solo il caro bollette, sul quale Confcommercio chiede interventi tempestivi a sostegno delle imprese, ma reperire le risorse per farvi fronte. Occorre dunque che anche il nostro sistema territoriale si faccia carico di questa assoluta emergenza, e come Confcommercio rivolgiamo un appello anche agli istituti bancari, nazionali e del territorio operativi nel nostro ambito, ad attuare linee di finanziamento eccezionali per assicurare la liquidità a tassi convenienti alle imprese in modo che possano reggere l’urto dirompente di questa burrasca senza pari”.

“Allo stesso modo - aggiunge il vicedirettore Alberto Pesci, responsabile di Rigenera Impresa - il nostro servizio Credito e Rigenera Impresa, la nostra società che offre consulenza sulla gestione economica e finanziaria delle imprese, si metterà in contatto con tutti i nostri associati per monitorare la situazione relativa alla liquidità della loro impresa e per approntare piani personalizzati utili ad affrontare lo stato emergenziale utilizzando i propri strumenti di garanzia di facilitazione al credito e stringendo convenzioni mirate con le banche. Proseguono nel frattempo le linee di finanziamento per chi investe  e per sostenere le nuove imprese, ma il grosso dell’attenzione in questo frangente così delicato, in questa campagna d’autunno di Confcommercio, si concentra sull’emergenza liquidità. Alle imprese servono soldi freschi per far fronte ai pagamenti da effettuare e di questa esigenza occorre che si faccia carico il sistema territoriale, incluse le amministrazioni pubbliche, ricorrendo alle proprie risorse in bilancio per mettere in atto ristori che almeno leniscano il peso insostenibile del caro costi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appello di Patrignani (Confcommercio) alle banche: "Emergenza liquidità per il caro-costi, aiutate le imprese in apnea"

CesenaToday è in caricamento