Il profumo della Romagna, ma anche pizze innovative: nuova vita per uno storico ristorante

"Dopo una positiva esperienza nella ristorazione a Santarcangelo - spiega - avvertivo il bisogno di una nuova sfida imprenditoriale. Ho subito pensato a Cesenatico"

Dopo anni di insegne spente, torna a rivivere l'ex San Matteo, lo storico ristorante di via Giotto a Valverde fondato dall'indimenticato Gaudenzio "Matteo" Bagnolini, l'imprenditore turistico morto nel 2014. E per il rilancio della prestigiosa struttura è scesa in campo la famiglia Urbinati, molto nota in riviera per aver creato il "fenomeno" Rio Grande,  che abbina alla più tipica cucina romagnola l'atmosfera inebriante della disco-balera.

Il nuovo locale di Valverde si chiamerà "La mi cà" e, come spiega il titolare Cristian Urbinati, si ispirerà proprio alla storia gloriosa del Rio Grande: "Dopo una positiva esperienza nella ristorazione a Santarcangelo - spiega - avvertivo il bisogno di una nuova sfida imprenditoriale. Ho subito pensato a Cesenatico perché è una località dalla rinomata tradizione gastronomica in cui, malgrado la forte connotazione turistica, è possibile lavorare sia in estate che in inverno. Noi, fra l'altro, offriremo qualcosa di nuovo, perché in città non sono tanti i ristoranti che propongono pizzeria, menù di pesce e di carne. A 'La mi cà', invece, il cliente troverà di tutto". E la continuità con il Rio Grande sarà garantita anche dalla presenza dello storico pizzaiolo Dorian, lo chef della pummarola che in Riviera è una vera e propria istituzione. Dal suo forno a legno pizze tradizionali, ma anche con lievito di canapa e ai sette cereali. 

L'inaugurazione de "La mi cà" - che sarà aperta sette giorni su sette sia a pranzo che a cena - è in programma mercoledì dalle ore 19, quando le porte dello storico ristorante si apriranno per una fantastica cena gratuita a buffet allietata dal Dj Set di Marchino, altro nome molto conosciuto nell'universo Rio Grande: "Invitiamo tutti al taglio del nastro - conclude Cristian Urbinati - sarà un'occasione per presentarci alla città proponendo una degustazione, completamente gratuita, delle nostre specialità. Noi ci metteremo la stessa passione che ha sempre accompagnato il lavoro della mia famiglia. E sono certo che con i cesenaticensi sarà subito feeling". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento