In tanti alle celebrazioni dei 120 anni del Credito Cooperativo Romagnolo

L’anniversario del Credito Cooperativo Romagnolo è stata l’occasione per raccontare 120 di storia della Cassa Rurale ed Artigiana dei Prestiti di Gatteo

Le BCC come “fabbriche di fiducia” per le persone. Sono intervenuti in tanti all’evento di venerdì scorso a Gatteo. L’anniversario del Credito Cooperativo Romagnolo è stata l’occasione per raccontare 120 di storia della Cassa Rurale ed Artigiana dei Prestiti di Gatteo, la cui primissima assemblea dei Soci si tenne proprio nel novembre di 120 anni fa. Oggi quella banca è diventata Credito Cooperativo Romagnolo, a seguito della fusione tra BCC Gatteo e Banca di Cesena, avvenuta il primo gennaio 2016. All'appuntamento sono intervenuti i sindaci di Cesena e Gatteo, Paolo Lucchi e Gianluca Vincenzi,  lo storico e giornalista Edoardo Maurizio Turci, l’europarlamentare Damiano Zoffoli, il presidente di Iccrea Holding Giulio Magagni ed anche lo story drawer Alessandro Bonaccorsi, per aver illustrato tutti gli interventi, e Mario Russomanno, per aver svolto il proprio ruolo di moderatore della serata nel migliore dei modi.

La manifestazione è stata il momento di premiare i Soci del Credito Cooperativo Romagnolo aventi oltre 50 anni di appartenenza alla Compagine Sociale: Giulio Babbi, Giovanni Baiocchi, Rino Battistini, Alfredo Benzi, Sante Berlini, Angelo Boschetti, Ettore Ceccarelli, Giampaolo Ceccarelli, Ivo Collini, Luigi Fantini, Giuliano Fellini, Guido Forti, Giulio Golinucci, Alberto Leonardi, Armando Malatesta, Guido Mariotti, Francesco Massari, Virgilio Mordenti, Angiolo Pennacchi, Guglielmo Pieri, Antonio Secondo Savini, Dino Tonielli ed Egildo Turci. Inoltre si è conferito un riconoscimento anche alle famiglie dei Soci di recente venuti a mancare, Giovanni Biagini e Giuseppe Brigliadori. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento