Shopping di Natale, primi sorrisi: bene ristoranti, bar e il comparto alimentare

Confesercenti ha effettuato una rilevazione telefonica dopo il lungo ponte natalizio: interessati 50 operatori commerciali del territorio cesenate

"Le premesse della vigilia sull’andamento delle vendite natalizie sono state rispettate e anche se non possiamo parlare di ripresa stabilizzata dei consumi registriamo qualche segnale positivo e un’inversione di tendenza". Lo dichiara il presidente della Confesercenti Cesenate, Cesare Soldati, commentando la rilevazione telefonica effettuata mercoledì, dopo il lungo ponte natalizio, fra 50 operatori commerciali del territorio cesenate. 

"I dati riscontrati a consuntivo delle vendite natalizie - prosegue Soldati - confermano i segnali che avevamo colto nelle settimane precedenti. Più precisamente, il 45% dichiara vendite maggiori rispetto al 2016, il 48% uguali e il 7% minori. Non c’è niente da enfatizzare tuttavia, complessivamente, è il miglior risultato degli ultimi anni”. “Per il 72% del campione si consolida la tendenza ad acquistare negli ultimi giorni - spiega il presidente della Confesercenti Cesenate - ed un ulteriore 25% nell’ultima settimana mentre solo il 3% degli esercenti afferma di aver effettuato vendite natalizie con almeno due settimane di anticipo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il miglior andamento – interviene il direttore della Confesercenti Cesenate, Graziano Gozi - è segnalato dai ristoranti e bar e dal comparto alimentare, con particolare interesse per i prodotti del territorio. Un fenomeno correlato ai tradizionali cenoni ma anche alla scelta di fare regali con prodotti alimentari di qualità. Abbigliamento e calzature, dopo diversi anni di diminuzione, hanno segnalato il mantenimento dei risultati dell’anno precedente così come profumerie e agenzie viaggi. Leggero calo, invece, nelle vendite nei mercati ambulanti". “Per le categorie maggiormente coinvolte – conclude Gozi – confidiamo ora nella possibilità offerta dai saldi di fine stagione che inizieranno il prossimo 5 gennaio. Una grande opportunità che molti consumatori stanno aspettando". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenda nel parcheggio del Bufalini, Cesena tra le prime città a sperimentare i tamponi "drive-through"

  • Cesena, Gambettola e Mercato Saraceno: un bollettino nero con altri decessi

  • Da giorni non si avevano sue notizie, anziano trovato morto nell'appartamento

  • San Cristoforo piange l'ultima vittima del Coronavirus: "Era socievole e attivo nel volontariato"

  • Cresce il 'focolaio' nella casa di riposo, 15 contagiati. "Guarito un agente della Polizia Locale"

  • Coronavirus, frenata nei contagi nel Cesenate: "solo" 14 in più. Ma c'è un altro decesso

Torna su
CesenaToday è in caricamento