Anche frutta e verdura 'corrono' sul web, i prodotti richiesti in tutta Italia

Fruttaweb, il sito di e-commerce targato Apofruit, con sede a Longiano e magazzino a Roma per motivi logistici, è letteralmente 'esploso' in queste settimane di emergenza

Migliaia di chili di frutta bio e verdura romagnola trasportata in tutta Italia tramite corrieri: il coronavirus è anche questo. Fruttaweb, il sito di e-commerce targato Apofruit (prima di febbraio 2020 comprendeva anche altri soci), con sede a Longiano e magazzino a Roma per motivi logistici, è letteralmente esploso in queste settimane di emergenza da Covid-19.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dalle 40/50 spedizioni al giorno sono passati a oltre 200 e la merce arriva in tutta Italia in perfetta confezione e fresca. "Siamo molto contenti di come sta andando anche perché eravamo partiti da pochissimo tempo con la nuova proposta - spiega Andrea Zambelli e-commerce manager di Fruttaweb - e stavamo cercando di prendere le misure. Praticamente da febbraio quando Fruttaweb è diventata tutta di Viviromano del gruppo Apofruit abbiamo puntato sulle aziende di tutta Italia, vendendo online frutta e verdura coi nostri marchi Almaverde bio e Solarelli, all'interno dell'Welfare aziendale. Poi ci siamo ritrovati all'interno del ciclone coronavirus. Le aziende hanno iniziato a chiudere e il nostro e-commerce è calato ma dall'altra parte è iniziato a volare il retail, ovvero la vendita al dettaglio. Hanno iniziato a fare ordini da Milano, Roma, Torino, dalla Liguria e dalla nostra regione. Chi ordina entro mezzogiorno del 20 marzo una cassa di frutta, il 22 mattina se la trova a casa, in perfette condizioni. Tra l'altro chi conosce il prodotto sa che i nostri soci produttori che conferiscono frutta e verdura lavorano tutti rispettando regole precise e promuovendo prodotti locali di massima qualità. La nostra forza è stata quella di riorganizzarci subito per i grandi ordini senza andare in tilt. Non è cosa facile e bisogna essere ben strutturati. Da questo punto di vista il coronavirus, per noi come penso per molti altri e-commerce, è stato un banco di prova importante". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cesenatico, dalle spiagge libere alle aree polifunzionali: ecco l'ordinanza balneare anti-Covid

  • Fischietti di San Giovanni e mazzetti di lavanda, sarà una festa sobria ma ci sarà

  • Addio a Tinin Mantegazza, "Cesenatico perde un artista e un creativo incredibile"

  • Coronavirus, un nuovo caso di positività: quelli totali da inizio emergenza sono 783

  • Stoppati dal lockdown, ora possono partire: "Abbiamo fatto anche gli artigiani per il nostro locale"

  • Si torna alla normalità, chiude il reparto Covid del Bufalini: "Esperienza dura e toccante"

Torna su
CesenaToday è in caricamento