Ance: "Dopo mesi difficili il territorio ha bisogno di tornare a crescere"

“Dobbiamo ritornare a guardare avanti, avere la lungimiranza di cogliere ogni possibilità che possa portare le nostre città ad avere un qualcosa in più rispetto a prima, di migliore, di più funzionale e moderno"

Il Presidente di Ance Forlì Cesena, Franco Sassi, invita a riflettere sulle opportunità di crescita del territorio: "all'indomani della emergenza Coronavirus, dopo mesi di pessime notizie sanitarie, sociali ed economiche il nostro Territorio ha la necessità di riprendere fiducia, di ritornare a crescere, a investire, a produrre, a far muovere l’economia a beneficio di tutti".

“Dobbiamo ritornare a guardare avanti, avere la lungimiranza di cogliere ogni possibilità che possa portare le nostre città ad avere un qualcosa in più rispetto a prima, di migliore, di più funzionale e moderno. Questo porta le amministrazioni a coinvolgere investitori, a creare posti di lavoro e nuove e migliori opportunità per tutti, creando quel volano necessario a rafforzare l’economia locale con un evidente beneficio diffuso.”

“Oggi – prosegue Sassi - misuriamo la nostra vita con la parola “benessere”:  il nostro stare bene quotidiano, qualcosa che indica come il progresso socio-culturale ed economico contribuisce a creare stili di vita, modi di essere e di vivere. Ciò avviene sempre più anche attraverso nuovi modi di concepire l’hardware delle nostre città: infrastrutture e strutture ricettive moderne, di qualità, performanti, ecologiche, che possano aiutare un numero sempre maggiore di persone a migliorare la qualità della propria vita.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’obiettivo è di creare un circolo virtuoso: un territorio dinamico ed aperto che a sua volta offrirà sempre migliori condizioni per attrarre nuovi investimenti, tecnologie, professionalità, e occupazione, come ci insegnano altri territori che si sono mossi da anni su questo versante. Questo riverserà sempre maggiori risorse sul territorio, sui professionisti, sulle persone, sulle imprese, sulle idee, sulla innovazione e a beneficiarne sarà tutto il nostro territorio. Una politica attenta al futuro del territorio non si può lasciar sfuggire tutto questo, perdendo tempo in sterili discussioni di bandiera, perché questo significherebbe abbandonare il territorio ed i suoi attori ad una recessione preoccupante.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento