Economia

Amadori si ingrandisce ancora e salva la "Filiera avicola molisana"

Il Gruppo Amadori lo scorso ottobre ha partecipato alla procedura competitiva per l'acquisto della Filiera avicola molisana

Il Gruppo Amadori diventa più grande: grazie alla sua sua controllata “Agricola Vicentina”, il colosso delle carni avicole con base a Cesena ha rilevato gli stabilimenti “Gam” di Bojano, nel Molise per rilanciare la cosiddetta “Filiera avicola molisana”, costituita da incubatoio, allevamenti e impianti di lavorazione delle carni. Un'attività che si era fermata, col timore di perdita di posti di lavoro, che ora trova nuovo slancio con la firma di un protocollo al Ministero dello Sviluppo Economico. 

Il Gruppo Amadori lo scorso ottobre ha partecipato alla procedura competitiva per l’acquisto della Filiera avicola molisana, con una offerta da 9,1 milioni di euro, da saldare entro l'8 marzo. Dopo mesi di confronto con la Regione Molise, il Ministero, i sindacati, è stato finalmente firmato martedì sera il protocollo di intesa, quindi si procederà a formalizzare l'acquisto nei prossimi giorni.

A riguardo Amadori commenta che “l’accordo firmato è il primo importante passo del piano strategico di crescita e  di miglioramento  continuo di Amadori – ha dichiarato Massimo Romani,  Amministratore  Delegato di Amadori alla firma dell’accordo -  Il nostro ringraziamento  va  al  Ministero  dello  Sviluppo  Economico, alla Regione  Molise, ai sindacati e a tutti i lavoratori, che in questi mesi di dialogo  e  confronto continuo hanno dimostrato senso di responsabilità e
reale volontà di far ripartire la filiera avicola sul territorio molisano”.

Questo il cronoprogramma: Amadori  prevede   di   ripartire   subito  con  l’attività dell’incubatoio,  di  riavviare  appena  possibile la produzione presso gli allevamenti  e di iniziare al più presto i lavori di ristrutturazione dello stabilimento  di  lavorazione  delle  carni, dove si ipotizza di riprendere l’attività dopo circa 3 anni dall’inizio dei lavori. Alla   luce   dell’accordo Amadori  potrà  procedere  alla formalizzazione dell’acquisto dei beni nei prossimi  giorni, dando finalmente  il  via al rilancio concreto di una filiera così importante per il territorio molisano.

LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI:
ROCKIN' 1000, ECCO PERCHE' LASCIA CESENA: INTERVISTA A ZAFFAGNINI
BALDININI CHOC: "CALZATURIERO DIMENTICATO, CI VORREBBE PUTIN IN ITALIA"
SEQUESTRO DI MIGLIAIA DI UOVA SENZA ETICHETTATURA
EUROPEI UNDER 21 A CESENA, ARRIVANO ANCHJE I SOLDI PER LO STADIO
"SONO ROMAGNOLO" ALLA FIERA: RICCA OFFERTA PER MANGIARE TIPICO
GIOCHI E CONSOLLE RUBATI A NATALE COMPAIONO IN VENDITA SUL WEB

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amadori si ingrandisce ancora e salva la "Filiera avicola molisana"

CesenaToday è in caricamento