Amadori, c'è l'accordo: aumento di 500 euro circa per i lavoratori della Pollo del Campo

Dal 1 settembre 2018 a tutti gli operai (sia a tempo determinato che a tempo indeterminato) verrà riconosciuto un importo che parificherà le tariffe con lo stabilimento di Avicoop di Cesena

Giovedì è stato siglato l’accordo tra la Pollo del Campo, le Rsu di stabilimento e le organizzazioni territoriali Fai, Flai e Uila. “L’accordo raggiunto rappresenta un grandissimo passo avanti in tema sia di miglioramento economico che di sicurezza tenendo conto delle esigenze manifestate da Asl, dall’Inail e dall’azienda. L’accordo prevede l’adozione di 4 pause per un totale di 40 minuti di cui 32 minuti a carico azienda e 8 minuti a carico dei lavoratori (prima erano 22 i minuti pagati dall’azienda). Dal 1 settembre 2018 a tutti gli operai (sia a tempo determinato che a tempo indeterminato) verrà riconosciuto un importo che parificherà le tariffe con lo stabilimento di Avicoop di Cesena” si legge in una nota congiunta e soddisfatta dei sindacati e firmata da Roberto Cangini, Serena Balzani e Alessandro Baldini.
 
“Da ultimo, al momento della fusione tra le due aziende per incorporazione con un'unica ragione sociale (1 gennaio 2019), sarà riconosciuto a tutti i lavoratori un premio variabile in base ai sabati pomeriggi lavorati. I sindacati calcolano che questi aumenti porteranno nelle tasche dei lavoratori, mediamente, circa 500 euro l’anno. Nell’accordo inoltre si tiene conto di 15 milioni di investimenti che verranno effettuati nello stabilimento della Valbidente per potenziare il reparto prodotti cotti (il vecchio è già in saturazione) anche attraverso nuove assunzioni e il miglioramento dei servizi extralavoro (spogliatoi, spazi ristoro e più bagni)” continua la nota.

“Altro punto qualificante è l’apertura di due tavoli di discussione, l’uno sulle stabilizzazioni dei braccianti e l’ altro per discutere dei ritmi e carichi di lavoro. Nell’esprimere la loro soddisfazione le Rsu e le OO.SS. sono certe che questo innovativo accordo, porrà lo stabilimento di Santa Sofia, all’avanguardia nel gruppo Amadori e che con l’adozione degli orari concordati, il benessere psicofisico dei lavoratori ne trarrà un deciso beneficio”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento