"Aiuto all’avviamento di imprese extra agricole in zone rurali": bando del gal al via

Il Gal L’Altra Romagna pubblica il bando 6.2.01 “Aiuto all’avviamento di imprese extra agricole in zone rurali”

All’interno del Piano di Sviluppo Rurale 2014-2020 della Regione Emilia Romagna, il Gal L’Altra Romagna pubblica il bando 6.2.01 “Aiuto all’avviamento di imprese extra agricole in zone rurali”. Il bando stanzia 450mila euro di risorse da destinare a persone fisiche che intendano avviare un’attività di impresa extra agricola nelle aree rurali con problemi di sviluppo (denominate zone D) ricadenti nei seguenti Comuni: Bagno di Romagna, Brisighella, Casola Valsenio, Galeata, Mercato Saraceno, Portico e San Benedetto, Predappio, Premilcuore, Rocca San Casciano, Santa Sofia, Sarsina, Sogliano al Rubicone, Tredozio e Verghereto.

La nuova attività d’impresa dovrà prevedere sia la sede legale che quella operativa ricadenti all’interno dell’aree dei Comuni con problemi di sviluppo (zone D). Si intende impresa extra-agricola l’impresa che non esercita le attività previste all’articolo 2135 del Codice Civile. Sono ammissibili tipologie di costi materiali ed immateriali, purchè funzionali e riconducibili alle attività sovvenzionabili esplicitate specificatamente dal bando. L’aiuto finanziario sarà concesso sotto forma di premio con un valore massimo corrispondente di 15mila euro. Il bando è consultabile su sito www.altraromagna.it, e contestualmente è stato inviato a tutti i Comuni della zona D, alle Province, alle Unioni dei Comuni, alle Camere di Commercio e a tutte le Associazioni di categoria delle Province di Forlì-Cesena e Ravenna dell’area di competenza del Gal L’Altra Romagna. Il bando rimarrà pubblicato fino al 3 agosto, data entro la quale dovranno pervenire le domande.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

  • Bar e ristoranti a Cesena non aprono, ma la protesta è simbolica e con stile: "Ci hanno abbandonato"

Torna su
CesenaToday è in caricamento