Al Rotary Cesena le opportunità per il territorio create da Cesena Fiera

L'incontro, presieduto da Giorgio Babbini, presidente del Rotary Club Cesena, si è tenuto venerdì scorso alla “Città del Gusto Romagna” del Gambero Rosso con sede a Cesena Fiera

Al centro del nuovo appuntamento del Rotary Cesena le opportunità per il territorio create da Cesena Fiera. L'incontro, presieduto da Giorgio Babbini, presidente del Rotary Club Cesena, si è tenuto venerdì scorso alla “Città del Gusto Romagna” del Gambero Rosso con sede a Cesena Fiera. Relatori della serata Renzo Piraccini, presidente di Cesena Fiera e Caterina Molari, responsabile Comunicazione ed Eventi della “Città del Gusto Romagna”.

"Quando si decise di spostare il Macfrut, la manifestazione più importante di Cesena Fiera, da Cesena a Rimini – ha ricordato Piraccini - molti ritennero che il territorio ne avrebbe notevolmente sofferto ma così non è stato. Infatti, il fatturato di Macfrut è passato dai circa 2 milioni e 200mila euro del 2014 agli oltre 4 milioni di euro del 2017 e si attesterà, per il 2018, a circa 4 milioni e 400mila euro che sommati agli altri ricavi di Cesena Fiera porteranno il fatturato complessivo, del 2018, ad attestarsi a circa 5 milioni e 800mila euro".

"Una crescita inarrestabile che ha coinvolto anche l'indotto di Cesena Fiera perché – come spiegato da Piraccini – anche se il Macfrut, oggi, si svolge a Rimini Fiera le delegazioni che lo visitano hanno come punto di arrivo Cesena Fiera. D'altronde il Macfrut se fosse rimasto a Cesena non avrebbe potuto sopravvivere, vista la sua vocazione internazionale, mancando aree espositive e strutture ricettive adeguate ad accogliere gli oltre 43mila visitatori registrati nel 2018".

"Cesena Fiera – ha proseguito Piraccini – ha incrementato notevolmente anche la propria offerta con innumerevoli manifestazioni quali, ad esempio, “Sono Romagnolo”, “Fattore R”, “Ruotando & Kustom Kulture” e molte altre, dal respiro internazionale, sono in programma. Inoltre è attivo un importante Centro Congressi che nel 2018 raggiungerà un fatturato di circa 180mila euro. All'interno di Cesena Fiera è poi nata, di recente, la “Città del Gusto Romagna” del Gambero Rosso".

"“Le Città del gusto del Gambero Rosso con sede a Roma, Torino, Napoli, Palermo, Lecce e Cesena – ha spiegato Caterina Molari - sono i luoghi in cui vengono erogati la maggior parte dei percorsi formativi progettati dalla Gambero Rosso Academy. Oltre alle lezioni si organizzano eventi, show cooking, degustazioni e iniziative di team building, sia in sede che sul territorio. La Città del gusto Romagna è un complesso completo di aule e cucine professionali multipostazione, una wine room e un'ampia sala riunioni. L’obiettivo è valorizzare le eccellenze del nostro patrimonio enogastronomico, mettendo in rete produttori, ristoratori, amanti del buon cibo e del buon vino, con la competenza e l’esperienza del Gambero Rosso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Terremoto avvertito nel cuore della notte: epicentro nella pianura forlivese

Torna su
CesenaToday è in caricamento