Affitti e vendite immobiliari a Cesena: i prezzi tornano a salire

I costi degli immobili a Cesena mostrano segni di ripresa superiori a quelli della media nazionale. Se i prezzi richiesti per le locazioni sono aumentati dell’1% nell’ultimo trimestre, quelli delle vendite hanno raggiunto il +1,6%.

In Emilia Romagna il trend dei prezzi del mercato immobiliare è in ripresa rispetto al passato. Secondo l’ultimo Osservatorio di Immobiliare.it, relativo al terzo trimestre 2017, i costi degli immobili in vendita in regione sono saliti dello 0,1%, mentre quelli delle locazioni hanno raggiunto il +0,6%.

La raggiunta stabilità è ancora più evidente se si guarda al solo comune di Cesena, dove gli aumenti sono più consistenti rispetto alla media nazionale. Per le compravendite i prezzi hanno segnato un +1,6%, l’incremento più alto di tutte le città della regione, con una cifra media richiesta pari a 1.953 euro al metro quadro. Per affittare un bilocale a Cesena sono necessari 562,25 euro al mese, a fronte di un aumento dei canoni dell’1% nei tre mesi da giugno a settembre.

Ma cosa accade negli altri comuni capoluoghi di provincia in Emilia Romagna?

Bologna e Rimini sono le città con i costi più elevati per comprare casa, pari rispettivamente a 2.628 e 2.498 euro al metro quadro. Forlì è il comune che più degli altri stenta a imboccare la strada della ripresa, tanto che i prezzi medi richiesti per gli immobili in vendita sono scesi dell’1,9%.

Per quanto riguarda le locazioni sono Modena, Parma e Rimini le città in cui si registrano gli incrementi maggiori: nelle prime due si segnala un +2,1%, mentre nell’altra un +1,9%. Proprio Rimini arriva seconda in classifica per i costi degli affitti, dopo Bologna, dove si spendono mediamente 11,43 euro al metro quadro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento