Lotta all'abusivismo, Confesercenti Cesenatico premia le forze dell'ordine

“Per noi di Confesercenti è un grande onore poter consegnare il decimo riconoscimento ufficiale per la lotta all’abusivismo commerciale - interviene Barbara Pesaresi, responsabile Confesercenti cesenate zona mare - L’abusivismo commerciale e la contraffazione non sono un problema solo delle grandi firme o di chi le distribuisce, sono una piaga per tutto il commercio

Confesercenti ha incontrato nei giorni scorsi al Museo della Marineria a Cesenatico i rappresentanti delle forze dell'ordine impegnate nella lotta contro l'abusivismo commerciale sull'arenile cesenaticense.  “Nel tempo la nostra città è riuscita a debellare l’abusivismo commerciale – interviene Fabrizio Albertini, presidente di Confesercenti Cesenatico - il senso di legalità diffuso ha portato vantaggio indiscusso al nostro territorio anche in termini di promozione,  certamente possiamo parlare di un vero modello da esportare anche negli altri territori".

"Siamo veramente orgogliosi di quanto negli anni è stato realizzato nella nostra provincia e pensiamo che una convergenza tra le Prefetture  della Romagna potrebbe essere l’inizio di una proficua collaborazione - chiosa -. E’ altrettanto vero però che se il nostro è un modello esemplare non possiamo sederci sugli allori, purtroppo le politiche di controllo e contrazione della spesa pubblica hanno ridimensionato le forze operative anche nel nostro territorio. La nostra Regione deve intervenire in tal senso, intercettare finanziamenti pubblici da dirottare sulla sicurezza, non vorremmo che un risultato tanto prezioso e meritevole possa indebolirsi se non opportunamente sostenuto.”

“Per noi di Confesercenti è un grande onore  poter consegnare il decimo riconoscimento ufficiale per la lotta all’abusivismo commerciale - interviene Barbara Pesaresi, responsabile Confesercenti cesenate zona mare - L’abusivismo commerciale e la contraffazione non sono un problema solo delle grandi firme o di chi le distribuisce, sono una piaga per tutto il commercio. La concorrenza sleale crea un danno enorme a tutti  coloro che quotidianamente svolgono una  professione con impegno e dedizione rispettando le regole e ponendosi nei confronti dei clienti come leali venditori. I cittadini, i turisti, tutti i consumatori devono avere questa sicurezza, questa tranquillità, nel momento in cui scelgono di venire nelle nostre località e, non ultimo, i nostri imprenditori meritano di sentirsi tutelati e protetti.” 

All'evento hanno preso parte il prefetto della Provincia di Forlì-Cesena, il questore, il comandante Provinciale dei Carabinieri, il comandante Provinciale della Guardia di Finanza, il comandante dei Vigili del fuoco, il Comandante della Guardia Forestale, il comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Cesenatico,  oltre ai comandanti delle Polizie Municipali di Cesenatico di San Mauro Pascoli, dell’Unione Comuni del Rubiconde e l’intera squadra antiabusivismo locale. Presenti i rappresentanti della Provincia Forlì Cesena, ed i sindaci di Cesenatico, Gatteo, Savignano sul Rubicone e San Mauro Pascoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento