rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Economia

Rete pmi Romagna, illustrato il nuovo scenario del sistema bancario

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CesenaToday

Come sta cambiando lo scenario del sistema bancario e cosa succederà dal 1° gennaio col bail-in, il salvataggio delle banche attraverso le risorse interne. Se ne è parlato al primo appuntamento organizzato da Rete PMI Romagna, la nuova associazione di rappresentanza delle imprese industriali del territorio, che ha dato avvio al ciclo “Gli imprenditori incontrano ...”. Relatore Luca Lorenzi, Deputy Regional Manager Centro Nord UniCredit.

"Il format è quello dell' ”apericena” - ha rimarcato il Presidente, Luca Bettini - , in un orario pre serale: si tratta di un incontro in un clima informalità, con lo scopo di approfondire specifici argomenti di interesse aziendale e soprattutto – di favorire la conoscenza reciproca, la condivisione di esperienze e competenze, nonché la creazione di nuove opportunità di business finalizzate a dare un contributo allo sviluppo del territorio e all'occupazione”. Lorenzi – che è anche Presidente della Commissione regionale ABI Emilia-Romagna - ha illustrato gli scenari presenti e futuri del sistema bancario, soffermandosi su quanto sta accadendo a livello comunitario - in particolare per quanto riguarda le politiche della Bce, a livello nazionale e sul decreto salva banche. Non sono mancati riferimenti anche alla situazione locale riguardo ai  recenti accadimenti che hanno visto coinvolti anche istituti di credito del nostro territorio.

Nel dibattito Vincenzo Maria De Rosa, responsabile del gruppo di lavoro Credito & Finanza di Rete PMI Romagna - ha evidenziato la necessità di affrontare una nuova stagione dei rapporti fra banca e impresa,  improntata ad una maggiore e migliore conoscenza del “progetto azienda” come elemento fondante per ottenere credito, nei confronti di  un sistema bancario che avrà sempre più necessità di mantenere un alto livello di patrimonializzazione e diversificazione del rischio, con  l'inevitabile impatto che ciò avrà sul sistema imprenditoriale.

Un focus particolare è stato riservato all’attuazione della direttiva europea sulle crisi bancarie che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2016 e che inserisce nella legislazione italiana un prelievo forzoso in caso di dissesti bancari. Inizia in sostanza l’era del cosidetto “bail-in”, ovvero il salvataggio del sistema bancario con risorse interne al sistema stesso, cioè in prima battuta degli azionisti degli istituti di credito coinvolti, poi degli obbligazionisti, infine, se necessario, dei correntisti con depositi superiori ai 100mila euro (al di sotto di quella cifra infatti vige la garanzia sui depositi).

Evidenti le ripercussioni sull'intero sistema economico e occorre essere pronti ad affrontare il cambiamento, che non potrà prescindere da un rinnovato e costante confronto tra banche ed imprese sugli scenari del prossimo futuro, per lo sviluppo di sistemi industriali che consentano di accelerare il ritorno alla crescita. “Su queste tematiche – ha concluso il Presidente Bettini - Rete PMI Romagna conferma il proprio impegno a sostegno degli Associati, proseguendo sulla via del dialogo con il sistema bancario, al fine di fornire adeguati  strumenti operativi alle imprese del territorio”.

Rete PMI Romagna

                                                         

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rete pmi Romagna, illustrato il nuovo scenario del sistema bancario

CesenaToday è in caricamento