rotate-mobile
Economia

Arrivano 52 milioni per i progetti delle aziende agricole

Dai finanziamenti della Regione 52 milioni 122.205 euro sono andati a finanziare i 4.000 progetti che le imprese agricole della provincia di Forlì-Cesena hanno presentato durante tutto il 2010

Ammontano a 584 milioni di euro le risorse impegnate fino ad ora dalla Regione Emilia-Romagna sul Piano di sviluppo rurale 2007-2013, vale a dire il 55% del budget programmato. Di questi, 52 milioni 122.205 euro sono andati a finanziare i 4.000 progetti che le imprese agricole della provincia di Forlì-Cesena hanno presentato durante tutto il 2010.  Sul fronte ambientale, l’impatto totale delle misure fin qui adottate ha prodotto una riduzione del 3% di emissioni inquinanti del settore agricolo.

“Considerando anche i fondi al Gruppo di azione locale (GAL Romagna) si tratta della somma più alta concessa a un territorio dopo quello di Bologna – sottolinea il consigliere PD Tiziano Alessandrini – e questo dimostra sia la vitalità delle nostre aziende nonostante la crisi degli ultimi anni, sia la volontà della Regione di investire nel settore agricolo non in chiave assistenziale ma di rilancio e innovazione.”

E un segnale concreto di innovazione si evince da alcuni dati significativi del rendiconto dei primi tre anni di PSR in regione. Beneficiari in crescita (19.000 contro i 15.800 precedenti), 35% dei finanziamenti all’agricoltura di montagna, 34% agli operatori del biologico, 146 milioni dedicati all’ammodernamento delle aziende, 106 milioni di euro per progetti di aggregazione di filiera tra agricoltori, trasformatori e distributori. Inoltre, sul fronte ambientale, l’impatto totale delle misure fin qui adottate ha prodotto una riduzione del 3% di emissioni inquinanti del settore agricolo e un risparmio di oltre 141 mila tonnellate di CO2, di cui oltre 2.700 grazie alla produzione di energia da fonti rinnovabili con 133 nuovi impianti realizzati.


“Non possiamo nasconderci le gravi difficoltà che attraversa il mondo agricolo - dichiara Alessandrini - infatti la Regione oltre al sostegno finanziario è impegnata sul versante delle politiche volte a trovare un accordo fra i produttori e la grande distribuzione per garantire, prima di tutto, la giusta remunerazione dei prodotti.”  “Perché – conclude il consigliere - non può continuare a lungo che 5 Kg di pesche nettarine valgano l’equivalente del costo di un caffè.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrivano 52 milioni per i progetti delle aziende agricole

CesenaToday è in caricamento