Cronaca

Ztl, novità per il regolamento: pass più semplici per auto elettriche e ibride

Per tutti gli autocarri con massa superiore a 8 tonnellate. il transito in Ztl è consentito esclusivamente su specifico percorso, e con orari prestabiliti, che andranno definiti in base al percorso, alla posizione dell’attività e alle esigenze della collettività

Modifiche in vista per la disciplina delle Ztl e delle Zru: nei giorni scorsi la Giunta ha approvato una delibera con la quale si snelliscono le procedure per il rilascio dei pass e si inseriscono nuove norme per l’accesso dei veicoli elettrici e degli autocarri, in particolare di quelli adibiti al trasporto di prodotti freschi. “Per il rilascio dei pass – spiegano il ssindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Mobilità, Maura Miserocchi - la nuova procedura sarà distinta in due fasi: la richiesta di autorizzazione e il rilascio del contrassegno".

"Con la richiesta di autorizzazione - chiosano gli amministratori - l’interessato attesterà il possesso dei requisiti richiesti per poter ottenere il permesso di circolare e/o sostare in ztl e zru (residente, domiciliato, attività economica, ecc.) e aprirà così una pratica che rimarrà valida per tutto il tempo in cui saranno mantenuti tali requisiti; la novità rispetto al passato è che fino a mercoledì, invece, la pratica andava periodicamente rinnovata (ad esempio, per i residenti ogni 10 anni, per i domiciliati ogni 5 anni), ed era necessario presentare una nuova domanda, bolli e altro. Il rilascio del contrassegno avverrà, invece, al momento del pagamento degli oneri previsti (che di solito viene effettuato annualmente). Questo nuovo assetto è stato reso possibile grazie al passaggio della gestione delle pratiche allo Sportello Facile e alla completa informatizzazione dei dati, che semplifica notevolmente l’iter”.

Per quanto riguarda i veicoli elettrici, è stata riveduta la casistica per il rilascio. Infatti, l’Amministrazione ha stabilito che il contrassegno gratuito S.VE possa essere concesso, oltre che ai veicoli elettrici puri, ai veicoli ibridi di tipo “plug-in” (auto con motore a combustione interna e con motore elettrico che possono essere ricaricate collegandole alla rete elettrica domestica o presso apposite colonnine di ricarica) e ai veicoli ibridi tradizionali, purchè dotati anche di motore elettrico con potenza pari o superiore a 30 KW. Per gli altri veicoli ibridi, che non rispondono più ai nuovi requisiti, la scadenza dell’autorizzazione è stata prorogata di un anno.

Fra le altre modifiche introdotte nella disciplina delle Ztl, è stato innalzato da 24 a 26 tonnellate il limite di massa complessivo degli autocarri per il rilascio di permessi annuali. Inoltre, allo scopo di favorire il trasporto di prodotti freschi in ZTL, è stato previsto che le aziende di trasporto possano inserire, per ogni contrassegno 4 diverse targhe (prima erano solo 2), fermo restando che comunque il transito sarà consentito a un solo veicolo alla volta. Per ogni contrassegno si applicano gli stessi oneri previsti per il transito degli autocarri in centro storico e, nel caso di più targhe inserite nel medesimo contrassegno, la tariffa sarà calcolata in base al veicolo più oneroso.

Per tutti gli autocarri con massa superiore a 8 tonnellate. il transito in Ztl è consentito esclusivamente su specifico percorso, e con orari prestabiliti, che andranno definiti in base al percorso, alla posizione dell’attività e alle esigenze della collettività. Infine, con la stessa delibera è stato deciso di limitare la pedonalizzazione di via Albizzi – introdotta sperimentalmente nella primavera scorsa – alla sola fascia oraria  dalle ore 18,00 alle ore 6,00. Il provvedimento è stato preso alla luce delle valutazioni acquisite durante il periodo di sperimentazione e delle effettive esigenze mostrate dalle attività e dai residenti di via Albizzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ztl, novità per il regolamento: pass più semplici per auto elettriche e ibride

CesenaToday è in caricamento