Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Cervese Nord / Via Roversano

Via Roversano, via Pietro Turchi e aree via Anna Frank: ecco le "Zone 30"

Sono state appena istituite tre nuove “zone 30”, con le quali prosegue il programma di riorganizzazione e messa in sicurezza delle aree residenziali del territorio comunale

Sono state appena istituite tre nuove “zone 30”, con le quali prosegue il programma di riorganizzazione e messa in sicurezza delle aree residenziali del territorio comunale. D’ora in poi si dovrà osservare il limite di velocità dei 30 km all’ora nel tratto di via Roversano compreso fra la rotonda del Ponte Vecchio e la curva su cui si affacciano un ristorante, un vivaio e l’accesso al Parco del fiume Savio; lungo via Pietro Turchi; lungo le strade residenziali dell’area compresa fra il parco Frutipapalina e le scuole di via Anna Frank, a S. Egidio (le strade interessate sono: via Anna Frank all’intersezione con Via Cervese; via Sana, via Brisighella, via Montefiore, via Fusignano).

“In tutti e tre i casi – spiegano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore Maura Miserocchi – gli interventi sono stati dettati dalla volontà di determinare un comportamento più prudente da parte degli utenti della strada, e in particolare degli automobilisti, e così garantire una maggiore sicurezza per residenti e per tutti coloro che transitano su quelle strade. In via Roversano, la parte interessata è un rettilineo costeggiato da numerose abitazioni, con accessi pedonali e passi carrai che si affacciano direttamente sulla carreggiata, mentre mancano marciapiedi o percorsi pedonali".

"In condizioni simili è evidente il rischio per i pedoni, senza dimenticare, poi, che questo tratto termina con una curva a 90 gradi, molto pericolosa se percorsa a velocità sostenuta - continuano Lucchi e Miserocchi -. Per la via Pietro Turchi si è ritenuto opportuno estendere gli stessi limiti già presenti fin dal 2007 nell’area di Madonna delle Rose: all’epoca via Turchi era stata esclusa perché svolge funzioni di collegamento fra quartieri diversi, ma in realtà è, in tutto e per tutto, una via residenziale, che per di più registra un intenso passaggio pedonale verso le vicine scuole e la parrocchia, e dunque è importante garantire anche qui le stesse condizioni delle strade limitrofe".

"Infine, per quanto riguarda la zona di S. Egidio, l’istituzione della zona 30 è un’ulteriore tappa nell’attuazione del “Piano particolareggiato della sicurezza stradale nei quartieri Vigne, S. Egidio e zona commerciale Romagna”, progettato in collaborazione con i residenti e gli operatori del Quartiere - proseguono Lucchi e Miserocchi -. Si è trattato di un percorso che ha portato a condividere le principali scelte sulla riorganizzazione della mobilità in queste zone, e uno degli aspetti esaminati con più attenzione è stato proprio quello delle reti stradali interne, con l’obiettivo di riorganizzarne la circolazione per migliorare i parametri di qualità e sicurezza stradale”.

Il nuovo ‘status’ di zona 30 sarà indicato sia con la segnaletica verticale, sia con i maxisegnali sulla carreggiata. Nei prossimi giorni, in particolare, sarà completata la segnaletica a terra sull'intera Via Anna Frank, rifacendo le corsie, i posti auto, i percorsi e gli attraversamenti pedonali, che dovrebbe creare una migliore individuazione dei vari spazi di circolazione e sosta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Roversano, via Pietro Turchi e aree via Anna Frank: ecco le "Zone 30"
CesenaToday è in caricamento