menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dal pubblico arrivano insulti, Young Signorino lancia il microfono e abbandona il locale

Il 20enne trapper cesenate di nuovo al centro delle polemiche, si difende su Instagram: "Provocato, mi pare ovvio che reagisco"

Young Signorino finisce ancora una volta al centro delle polemiche. Il 20enne trapper cesenate era impegnato in un esibizione live alla discoteca Alien, noto locale del centro di Roma, quando ha scagliato il microfono verso il pubblico. A scatenare l'ira del controverso artista, al secolo Paolo Caputo, sarebbero stati alcuni insulti arrivati dal pubblico, da qui il lancio del microfono col 20enne che ha abbandonato il locale dopo pochi minuti dall'inizio della performance. Come prevedibile il video ha cominciato a girare sui social, come ad esempio sulla pagina Instagram "Welcome to Favelas".

A poche ore dal fatto il trapper è tornato sull'episodio con una story su Instagram: "Da settembre a oggi (30 date) non è mai successo qualcosa del genere. Chi viene a vedere i miei live è gente educata e rispettosa. All’Alien di Roma è stata un’ospitata a una serata Reggaeton dove era prevedibile quello che poi è successo. Se però c..... il c.... mentre io sto lavorando (mi pagano anche se urli scemo) mi pare ovvio che reagisco”.

GUARDA IL VIDEO: Young Signorino scaglia il microfono verso il pubblico

Personaggio controverso, con problemi psichiatrici alle spalle, il ventenne trapper cesenate (i genitori vivono a Mercato Saraceno), già in passato ha fatto parlare di sé, e non solo per i suoi testi discussi ed eccentrici. L'episodio romano fa il paio con quello dello scorso anno durante un festival a Padova, in cui il trapper fu protagonista di una lite con un  fan che gli tirò un bicchiere sul palco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento