rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Cronaca Sarsina

Voto unanime del Consiglio comunale, il maestro Vittorio Tonelli è ora anche cittadino onorario di Sarsina

"Negli anni Tonelli ha scritto una trentina di volumi, tutti custoditi nella nostra biblioteca comunale, che parlano di noi, della nostra identità e della nostra tradizione eno-grastronomica"

Il maestro Vittorio Tonelli è ora cittadino onorario, oltre che nativo, di Sarsina con voto unanime del Consiglio Comunale. Si tratta della prima cittadinanza onoraria data in questa legislatura e la motivazione è per aver "valorizzato, con le sue opere, la nostra comunità partendo sempre da una visione antropologica della persona e del suo vissuto. Vittorio ha plasmato la nostra identità attraverso il racconto delle piccole storie, dei visi, dei mestieri, degli aneddoti della vita quotidiana della Romagna. Grazie a lui si è raccolta una memoria storica di racconti e di sapere contadino, quello che ha raccolto dalle testimonianze delle persone semplici delle nostre campagne."

"Negli anni Tonelli ha scritto una trentina di volumi, tutti custoditi nella nostra biblioteca comunale, che parlano di noi, della nostra identità e della nostra tradizione enograstronomica.  Pertanto, per noi e per l’intera città, ciò rappresenta il doveroso riconoscimento ad una persona che ha dedicato tutta una vita all’insegnamento, allo studio della storia, della cultura, della tradizione gastronomica e folcloristica della Romagna.  Grazie ai suoi scritti potremmo tramandare usanze e tradizioni che altrimenti rischiavano di essere perdute", sottolinea il sindaco Enrico Cangini..

"Vittorio Tonelli, da tempo residente a Riccione, attraverso le sue opere è ritenuto uno degli autori più autorevoli in tema di usi e costumi della cucina contadina del territorio della valle del Savio. Tanti libri sulle tradizioni, usanze, modi di dire, mangiari di un tempo, personaggi e molto altro pubblicati attraverso un interessante e proficuo suo metodo di ricerca. Si avvaleva infatti di tanti e validi collaboratori di ogni zona della vallata ma anche soprattutto dei suoi scolari, negli anni in cui è stato insegnante di scuola elementare.  Ad ognuno dei suoi scolari dava come compito quello di cercare testimonianze del mondo contadino che fu, consultando familiari, genitori, nonni, zii, bisnonni, vicini di casa. Beneficiava così di un quadro preciso, ampio, dettagliato e differenziato di zona in zona, sui modi di vivere del passato che poi traduceva in pregevoli volumi che sfornava ogni anno".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voto unanime del Consiglio comunale, il maestro Vittorio Tonelli è ora anche cittadino onorario di Sarsina

CesenaToday è in caricamento