Cronaca

Volontariato, cala il sipario sul progetto "Estate Attivi 2018": hanno partecipato 485 giovani

Con Estate Attivi è stato chiesto ai ragazzi dai 16 ai 18 anni un periodo di impegno di 14 oppure 28 giorni, per un massimo di 25 ore settimanali

Si è concluso questa mattina, con la consegna degli attestati ai 485 ragazzi partecipanti, il progetto “Estate attivi 2018”, organizzato dall’Assessorato Lavoro, Giovani, Imprese e Sviluppo del Territorio  del Comune di Cesena per promuovere l’impegno civile volontario fra i ragazzi dai 16 ai 18 anni, giunto quest’anno alla nona edizione. Il ringraziamento ai ragazzi si è tenuto giovedì mattina, nella cornice del Chiostro di San Francesco, alla presenza del sindaco di Cesena Paolo Lucchi e dell’assessore alle Politiche giovanili Lorenzo Zammarchi. Oltre ai ragazzi, erano presenti anche molti dei rappresentanti delle 41 realtà associative che durante i mesi estivi hanno coinvolto i giovani volontari in 42 progetti. Varia la tipologia di impegno richiesta, specialmente negli ambiti sociale, educativo, culturale e ambientale.

"Se siamo qui questa mattina - hanno commentato il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore alle Politiche giovanili Lorenzo Zammarchi presenti alla manifestazione - è perché ci teniamo molto a ringraziare tutti i ragazzi dell’ottimo lavoro svolto durante l’estate. Per il nono anno di fila, anche grazie al loro impegno, Estate Attivi si arricchisce di valori e rappresenta una delle migliori esperienze di volontariato per la nostra città, andando ad accrescere anche le attività svolte dagli enti associativi. Quest’anno i ragazzi che hanno partecipato al progetto sono stati 485, ben 74 in più rispetto allo scorso anno. La squadra dei volontari era composta al 60% da femmine (288 ragazze) e al 40% da maschi (197 ragazzi). Come tutti gli anni, alla base del progetto c’è la soddisfazione dei protagonisti: nei questionari compilati al termine del periodo di lavoro, il 95% dei ragazzi ha riconosciuto l’utilità dell’esperienza svolta, e anche le attese dei ragazzi che per la prima volta si sono avvicinati a questa esperienza sono state più che soddisfatte e i giudizi sono stati positivi. Da sottolineare che gli enti partecipanti promuovono a pieni voti “Estate Attivi” e l’86% di loro ha valutato come ottimo il contributo offerto dai ragazzi".

Tra questi ragazzi c’era anche Federico, volontario del centro estivo organizzato dall’Associazione Culturale Genitori Scuola “D.Alighieri”, che ha preso pubblicamente la parola per definire la sua esperienza autentica ed interessante e, nel ringraziare per l’opportunità ricevuta, ha affermato come “Estate Attivi ha rappresentato per me un momento di impegno ma anche molto formativo: ho affiancato gli educatori nelle attività con i bambini e, allo stesso tempo, sono cresciuto anche io”. Tra gli enti promotori soddisfatti delle attività svolte, anche il Centro Soccorso Sub “Roberto Zocca” che, guidato da Maria Lisa Raggi, ha voluto dare testimonianza del lavoro svolto per il Progetto Mare Sicuro. Con Estate Attivi è stato chiesto ai ragazzi dai 16 ai 18 anni un periodo di impegno di 14 oppure 28 giorni, per un massimo di 25 ore settimanali, all’interno di associazioni di volontariato impegnate in vari settori, come l’animazione nei centri estivi, il servizio agli anziani e ai disabili, ma anche in attività di carattere ambientale e culturale. In 409 hanno svolto ai turni da due settimane, 74 ragazzi hanno svolto turni da quattro settimane e solo 2 ragazzi hanno svolto una settimana di attività. In cambio del loro impegno, i ragazzi hanno ricevuto un ‘bonus premialità’ da spendere nelle 22 cartolerie convenzionate: al momento quelli distribuiti sono 428.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volontariato, cala il sipario sul progetto "Estate Attivi 2018": hanno partecipato 485 giovani

CesenaToday è in caricamento