Cronaca

"Oltre i confini: avere qui Papa Francesco ci unisce come comunità"

"La sua visita ravviva il nostro impegno e stimola le nostre coscienze, ci testimonia quanto un solo uomo, con la forza dell'esempio, possa unire, ricucire, intessere", affermano i sindaci dell'Unione del Rubicone e Mare

A distanza di 31 anni dalla storica visita in Romagna di Papa Giovanni Paolo II la Romagna si prepara nuovamente ad accogliere il Santo Padre. Per i sindaci dell'Unione del Rubicone e Mare si tratta di "un momento solenne e al contempo familiare per l'intera Romagna. Avere qui Papa Francesco ci unisce come comunità, oltrepassando confini e campanili, quelle piccole grandi barriere che lui stesso, con il suo operato, riesce ogni giorno ad abbattere. La sua visita ravviva il nostro impegno e stimola le nostre coscienze, ci testimonia quanto un solo uomo, con la forza dell'esempio, possa unire, ricucire, intessere".

"Stringerci attorno a lui ci impegna a essere una comunità, a lavorare fianco a fianco come abbiamo fatto insieme per questo indimenticabile momento, in grado di portare centinaia di volontari, istituzioni e forze dell'ordine a dare vita in poco tempo a un'organizzazione puntuale ed entusiasta - proseguono i primi cittadini -. E insieme lo saremo anche all'indomani della festa, nel ripartire con la vita di ogni giorno: lo spirito di comunità di cui Papa Francesco è emblema sarà la bussola nel cammino che questa giornata così intensa e corale ha tracciato per noi". 
 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Oltre i confini: avere qui Papa Francesco ci unisce come comunità"

CesenaToday è in caricamento