rotate-mobile
Cronaca

Violenta lite degenera in stazione, finisce all'ospedale. Lega: "Serve un progetto su lotta al degrado e sicurezza"

C'è da registrare, i fatti risalgono al tardo pomeriggio dello scorso lunedì, una violenta lite degenerata proprio nella zona della stazione

L'area della stazione ferroviaria di Cesena continua ad essere la zona della città maggiormente ad alta tensione. C'è da registrare, i fatti risalgono al tardo pomeriggio dello scorso lunedì, una violenta lite degenerata proprio nei pressi della stazione. I contorni sono tutt'altro che chiari, sul fatto indagano col massimo riserbo i Carabinieri. Ciò che è certo è che è nato un acceso diverbio tra un 57enne cesenate che si trovava a passare con la moglie, e un gruppo di persone che bazzicano la zona. Il primo ha avuto la peggio visto che è finito in ospedale con una prognosi di 20 giorni. La coppia ha sporto denuncia ai Carabinieri di Cesena solo in un secondo momento, non è stato infatti lanciato immediatamente l'allarme che avrebbe permesso alle forze dell'ordine di intervenire nell'immediatezza dei fatti.

Intanto arriva una nota della Lega proprio sul tema sicurezza in stazione: “Avevamo ragione quando abbiamo paventato che il Consiglio aperto sulla sicurezza si sarebbe risolto in un nulla di fatto. Addirittura non ci risulta che sia stata data risposta a una nostra interrogazione del 14 dicembre dove sollecitavamo l’amministrazione a predisporre un progetto complessivo sul tema della sicurezza urbana e anti-degrado che tenesse conto delle aree cittadine più a rischio. Da allora continuano ad accadere episodi illeciti e situazioni diffuse di degrado che alimentano un senso di insicurezza nella cittadinanza, in particolare nelle donne e nei soggetti più deboli che temono di trovarsi in situazioni a rischio soprattutto nelle ore serali e notturne", Così in una nota il consigliere della Lega Enrico Sirotti Gaudenzi che ha presentato una nuova interrogazione.

“Nelle scorse settimane, solo per citare gli ultimi ‘casi’, si sono verificati diversi episodi nel territorio comunale e in comuni limitrofi anche di estrema gravità. Penso all’aggressione terminata con una violenza sessuale perpetrata a Gatteo, alla donna accoltellata a Savignano o alla rapina con arma da taglio sempre ai danni di una donna a Gambettola. Ma penso anche alla duplice aggressione in zona stazione a Cesena di pochi giorni fa: una zona ormai da anni teatro di episodi di criminalità, spaccio, degrado. Problemi rimasti irrisolti nonostante il progetto ‘Un’altra stazione’ propagandato dalla Giunta. Da queste considerazioni, l’ennesima sollecitazione a elaborare un progetto complessivo sul tema della sicurezza urbana e anti-degrado. Chiedo anche di incrementare la vigilanza da parte della Polizia municipale soprattutto nelle ore serali e notturne nelle aree più a rischio, ben conosciute anche per le ripetute denunce dei residenti (vedi per esempio via Ubaldo Comandini). Segnalo inoltre alla Giunta il sempre più diffuso e preoccupante fenomeno delle cosiddette baby gang, che non può essere risolto, come appare evidente, da progetti di educativa di strada. A questo proposito, chiedo un report analitico sull’attività degli educatori di strada nel 2021/22”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta lite degenera in stazione, finisce all'ospedale. Lega: "Serve un progetto su lotta al degrado e sicurezza"

CesenaToday è in caricamento