rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Cronaca

'Villa Inferno', in 15 rischiano il processo per i festini, c'è anche il parrucchiere cesenate

Si appresta ad entrare nel vivo dal punto di vista processuale l'inchiesta ribattezzata 'Villa Inferno', un presunto giro di festini a base di sesso e droga nei quali sarebbe stata coinvolta una 17enne, all'epoca dei fatti

Si appresta ad entrare nel vivo dal punto di vista processuale l'inchiesta ribattezzata 'Villa Inferno', un presunto giro di festini a base di sesso e droga nei quali sarebbe stata coinvolta una 17enne, all'epoca dei fatti. Sono 15 le persone a vario titolo indagate dalla procura della repubblica di Bologna, tra cui il 47enne parrucchiere cesenate Fabrizio Cresi.  E' stata fissata l'udienza preliminare che si svolgerà il prossimo 22 ottobre davanti al gup Alberto Gamberini nella location piuttosto insolita dell'aula bunker della Dozza a Bologna, dopo che il pm aveva chiesto il rinvio a giudizio per le 15 persone coinvolte.

Si tratta di una vicenda che ebbe un grosso clamore mediatico. Era il primo settembre 2020 quando Carabinieri e Procura scoperchiarono il 'pentolone' con un mix di accuse che vanno dalla induzione alla prostituzione, pornografia minorile, spaccio. Nel procedimento a gennaio è entrata anche una indagine parallela con due indagati per truffa.

Al centro dell'indagine una casa di Pianoro, nel Bolognese, dove si sarebbero svolti festini a base di cocaina e sesso, anche con ragazze minorenni. Molti degli indagati sarebbero pronti a chiedere riti alternativi,  il cesenate Cresi è difeso dall'avvocato Donata Malmusi. Quanto alla 17enne coinvolta, il cesenate aveva dichiarato che "non sapeva che la ragazza fosse minorenne", aveva riportato il suo legale.

Era stata la madre di una ragazza coinvolta a scoperchiare la vicenda denunciando ai Carabinieri i frequenti allontanamenti della figlia minorenne che tornava a casa "fatta": quando le aveva sequestrato il telefono cellulare, aveva scoperto le foto degli incontri e quindi il motivo delle "fughe". In quel caso la ragazza aveva dato in escandescenza tanto da essere ricoverata in un reparto psichiatrico. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Villa Inferno', in 15 rischiano il processo per i festini, c'è anche il parrucchiere cesenate

CesenaToday è in caricamento