Si filma su Facebook con armi false e minaccia i Carabinieri: arrestato

L'individuo, già noto alle forze dell'ordine per estorsione, porto e fabbricazione di armi da sparo e spaccio di sostanze stupefacenti, aveva pubblicato sul noto social network due video girati nella zona di via Mesolino

E' partita dal monitoraggio di Facebook l'indagine dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cesenatico, al comando del capitano Francesco Esposito, che ha permesso di arrestare un 22enne, già noto alle forze dell'ordine per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e spendita e introduzione nello Stato di monete falsificate. Dovrà inoltre rispondere dei reati di detenzione senza la prevista autorizzazione di munizioni e armi prive di tappo rosso e porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere.

L'individuo, già noto alle forze dell'ordine per estorsione, porto e fabbricazione di armi da sparo e spaccio di sostanze stupefacenti, aveva pubblicato sul noto social network due video girati nella zona di via Mesolino, che lo ritraevano imbracciare un fucile AK-47 ed una pistola semiautomatica, verosimilmente vere. Nel filmato il protagonista si esibiva in minacce ed ingiurie ai Carabinieri e ai magistrati, nonché a non meglio identificati soggetti.

Su disposizione del pubblico ministero Sara Posa, sabato mattina i militari hanno perquisito il 22enne. Nella sua abitazione sono state rinvenute le armi presentate nei video, le quali sono risultate delle riproduzioni, prive del tappo rosso, ma con canna otturata. Inoltre sono stati recuperati un coltello con lama da 30 centimetri, 1,776 chili di marjuana, una bilancia di precisione, due paia di forbici, due rotoli di cellophane, e 2.200 euro in banconote da venti euro, risultate false. Il giudice lunedì ha convalidato l'arresto, disponendo la misura cautelare dei domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Scampagnata al Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto delle multe, continueremo ad incontrarci"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento