menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vicenda Gessi, il tribunale prende tempo sul risarcimento: decisione rinviata

Nel mondo politico l'attesa era grande: oggi, mercoledì, il tribunale di Forlì avrebbe dovuto definire  l'importo del risarcimento a carico del Comune per la vicenda dei “Gessi”, ma la decisione è slittata

Nel mondo politico l'attesa era grande: oggi, mercoledì, il tribunale di Forlì avrebbe dovuto definire  l'importo del risarcimento a carico del Comune per la vicenda dei “Gessi”, ma la decisione è slittata ad altra data. L'attesa durerà circa un altro mese, fino al 16 novembre, quando arriverà la parola definitiva su quest'annosa vicenda che rischia di pesare per milioni di euro sulle casse del municipio. 

Con la sentenza ormai definitiva, dopo l'ultimo grado di giudizio in Cassazione, resta solo la questione della quantificazione esatta del danno alla società privata “Al monte”, che aveva in gestione l'edificio comunale adibito a ristorante, un importo che potrebbe raggiungere anche i 4 milioni di euro.

LA QUESTIONE - Tutto è partito nel giugno del 2001: il Comune di Cesena bandì una gara pubblica per assegnare l’immobile di via del Monte 1534, da adibire a ristorante, mettendo a carico dell’aggiudicatario ogni spesa d’allestimento e una somma annuale, a corrispettivo dell’uso. Nel 2009 la società Al Monte – concessionaria del bene immobiliare comunale – chiuse il ristorante “I Gessi” per mancanza del certificato di agibilità definitiva. La veranda esterna del ristorante (destinata a contenere gran parte della clientela) era divenuta nei fatti abusiva dopo la scadenza dell'autorizzazione temporanea, disposizione ritenuta illegittima dalla magistratura. La veranda fu rimossa con ordinanza sindacale di demolizione del 15 novembre 2011. La società Al Monte srl, titolare della concessione comunale, successivamente fece causa al Comune, affermando di aver subìto un ingiusto danno, avendo intrapreso un progetto impegnativo di attività economica senza aver ricevuto dal Comune un adeguato avviso circa la dubbia legittimità del titolo edilizio che avrebbe consentito la realizzazione della veranda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento