Via Strinati, sepolto temporaneamente il mosaico. Per ora c'è un cartello

Un manifesto affisso sul muro del negozio 'Oro Carni' di Massaro in via Strinati resta ad indicare il luogo dove vi è il sito archeologico

Un manifesto affisso sul muro del negozio 'Oro Carni' di Massaro in via Strinati resta ad indicare il luogo dove vi è il sito archeologico che ora è completa,emte ricoperto. Infatti, come era stato promesso da Hera e dall'amministrazione comunale, è stata ripristinata la viabilità per pedoni e mezzi in via Strinati. I cesenati pertanto potranno tranquillamente passeggiare e fare shopping durante le festività natalizie e di fine anno negli esercizi commerciali della vecchia via centrale. Sabbia e un velo di asfalto hanno cancellato ogni traccia degli scavi strutturali di Hera, per la posa di tubature e cavi, e archeologici, della ditta Phoenix di Rimini, che da circa due mesi interessano la zona.

Il mosaico di epoca romana, seppure mutile di gran parte del suo aspetto originario, ormai è stato adottato da tutti i cesenati ed in particolare dai commercianti e artigiani che nella via hanno i loro esercizi e hanno subito indubbiamente un danno economico per gli scavi unito a  molto disagio, basta pensare alla polvere sollevata e al via vai di grossi veicoli e mezzi d'opera oltre al fatto che in qualche momento era interdetta la circolazione a chiunque per lo scarico di materiali da usare nei lavori.

“Non ha importanza – dice Michele Massaro, titolare dell'esercizio Oro Carni che si trova proprio di fronte allo scavo e con si e no un metro o poco più sfruttabile dai clienti per entrare nel negozio - quello che si è andato a trovare è una cosa bellissima e sono contento che sia avvenuto davanti al mio esercizio. Adesso tutto è stato ripristinato il manto stradale, in attesa di riaprire dopo le festività, e io stesso ho suggerito di mettere un manifesto per indicare dove sono gli scavi e spiegare quanto è stato ritrovato. Non so se gli archeologi lo avessero già pensato, ma fa piacere credere di essere anch'io parte del progetto. Ora ritengo che sia indispensabile rimuovere il mosaico e trovare un luogo idoneo perchè possa essere a tutti chiaro quanta è vecchia la nostra città e, soprattutto, quali persone abitavano un tempo nei luoghi dove noi passiamo tutti i giorni senza renderci conto del passato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

Torna su
CesenaToday è in caricamento