Morì tra le braccia del marito a Venice Beach: 12 milioni di risarcimento

La cifra è nella transazione che chiude l'azione civile avviata dopo la morte dell'imprenditrice bolognese 32enne

Morì durante il viaggio di nozze tra le braccia del marito cesenate Christian Casadei. A distruggere la vita di Alice Gruppioni fu un'auto che le piombò addosso mentre si trovava sul lungomare di Venice Beach. A distanza di circa cinque anni dal dramma, avvenuto il 3 agosto del 2013. La Municipalità di Los Angeles ha annunciato che risarcirà la famiglia della ragazza con 12 milioni di dollari. La cifra è nella transazione che chiude l'azione civile avviata dopo la morte dell'imprenditrice bolognese 32enne. Alla guida del veicolo c'era Nathan Campbell, spacciatore condannato dal Tribunale di Los Angeles a 42 anni. La municipalità di Los Angeles verserà anche altri 2 milioni alle 16 persone rimaste ferite da Campbell. L'individuo che guidava l’auto stava inseguendo un pusher allo scopo di travolgerlo perchè che non gli aveva fornito una partita droga pagata. Sulla passeggiata di Venice sarà eretta una lapide per ricordare Alice.

Gruppioni era una dirigente del gruppo Sira di Pianoro e figlia del manager della stessa azienda Valerio Gruppioni, già numero due del Bologna Calcio. Si era sposata il 20 luglio del 2013 con Christian Casadei, architetto di Cesena, e si trovava a Venice Beach in transito durante il viaggio di nozze. Sarebbero decolatti verso altri lidi per continuare la luna di miele proprio il giorno dell’omicidio. Di fronte al tribunale di Los Angeles, Casadei aveva raccontato di come Alice era stata investita mentre lui cercava di tirarla contro un portone per evitarle di essere investita. Era rimasta per qualche centinaio di metri aggrappata al cofano, poi era caduta a terra, battendo la testa e riportando il trauma cranico fatale. Campbell era fuggito, ma si era arreso alla polizia due ore dopo a Santa Monica, consegnandosi agli agenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento