rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Veglia missionaria col Vescovo Douglas, luoghi di culto aperti al pubblico

Per un intero fine settimana il patrimonio di pievi, monasteri e luoghi di culto millenari, si apre al pubblico

Il vescovo Douglas presiederà la Veglia missionaria diocesana che si terrà venerdì 18 ottobre alle 21 a San Carlo di Cesena. “Battezzati e inviati” è lo slogan per la Giornata missionaria mondiale 2019 e per il Mese Missionario Straordinario fortemente voluto da papa Francesco.
“Per rinnovare l’ardore e la passione, motore spirituale dell’attività apostolica di innumerevoli santi e martiri missionari – si legge nel discorso del Santo Padre ai partecipanti all’assemblea delle Pontificie opere missionarie del 3 giugno 2017 - ho accolto con molto favore la vostra proposta, elaborata assieme alla Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, di indire un tempo straordinario di preghiera e riflessione sulla missio ad gentes. Chiederò a tutta la Chiesa di dedicare il mese di ottobre dell’anno 2019 a questa finalità, perché in quell’anno celebreremo il centenario della lettera apostolica Maximum illud, di papa Benedetto XV”.

Secondo appuntamento dei seminari di studio promossi dalla Pastorale sociale e del lavoro e dalla Caritas diocesana. Lunedì 21 ottobre in Seminario a Cesena, il responsabile del “Villaggio della gioia” della Comunità Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi, Daniele Severi, proporrà la riflessione-testimonianza “... una fede che sa amare”.

Per un intero fine settimana, il patrimonio di pievi, monasteri, chiostri, cripte, abbazie e luoghi di culto millenari, che si trovano lungo alcuni dei 18 Cammini per viandanti e pellegrini dell’Emilia Romagna, si apre al pubblico: una full immersion nel ragguardevole ed eloquente patrimonio di arte, fede e cultura e nella più bella natura autunnale del nostro territorio. L’iniziativa è promossa da Apt Servizi Emilia Romagna e Conferenza Episcopale Regionale - Ufficio per la Pastorale dello Sport, Turismo e Tempo Libero, in collaborazione con Diocesi e Associazioni dei Cammini della Regione.

La Diocesi di Cesena-Sarsina partecipa con due chiese poste sul Cammino di san Vicinio: la Concattedrale­-Santuario di Sarsina e la pieve di Monte Sorbo. A Sarsina la visita guidata (condotta da Massimo Scarani) si svolgerà sulle orme del protovescovo e taumaturgo san Vicinio, evangelizzatore della vallata, patrono della diocesi. La visita, il 19 e 20 ottobre, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18 (ingresso gratuito), sarà a una delle più belle basiliche romaniche della Romagna e al sepolcro del venerato santo del “collare” ferreo.

Alla pieve di Monte Sorbo i visitatori saranno guidati dal professor Marino Mengozzi. La pieve di Monte Sorbo è di origini tardoantiche (paleocristiane), e contiene un ricchissimo lapidarium. È un luogo singolare, dove l’uomo, la fede e l’arte hanno creato e ricreato, costruito e distrutto, edificato e smantellato. La visita (domenica 20 ottobre dalle 15 alle 19 con ingresso gratuito) sarà l’occasione per scoprire cosa comunicano le sue meravigliose pietre e i raffinati marmi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veglia missionaria col Vescovo Douglas, luoghi di culto aperti al pubblico

CesenaToday è in caricamento